Clima, 21 bambini vogliono portare in tribunale Donald Trump

di Gianmichele Laino | 12/06/2017

21 bambini contro Trump

Suona come una sfida impossibile. Eppure, 21 ragazzini sono più determinati che mai a portare Donald Trump in tribunale a causa della sua scelta di far uscire gli Stati Uniti dagli accordi sul clima di Parigi. Ritengono un loro diritto costituzionale vivere in un mondo più pulito e così sono pronti a far sentire la propria voce in tutte le sedi competenti, rischiando di creare forti imbarazzi al presidente degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE: «Trump cestina gli accordi sul clima di Parigi, il mondo intero si indigna»

CLIMA, 21 BAMBINI CONTRO TRUMP

Secondo l’associazione Our Children’s Trust, che ha la sua sede in Oregon, Trump «ha violato i diritti costituzionali delle generazioni più giovani alla vita, alla libertà, alla proprietà. Allo stesso tempo non ha saputo proteggere i beni pubblici essenziali». Questa motivazione, aggiungono i responsabili dell’associazione, giustificherebbe l’azione legale contro Trump. 

Ed è già partita la corsa contro il tempo. I 21 bambini e ragazzi hanno tutti tra i 9 e i 19 anni. Possono contare sul supporto di James Hansen, un noto scienziato specializzato in questioni climatiche, ma provengono comunque da famiglie comuni e stanno cercando, con la determinazione dei loro avvocati, di utilizzare tutti i mezzi possibili per dare pubblicità alla loro causa. 

Ad esempio, Avaaz.com, l’organizzazione non governativa che mette in piedi delle iniziative in favore del clima e della tutela dei diritti umani, ha avviato una raccolta fondi per aiutare i piccoli a raggiungere il loro obiettivo. Si tratta di un ricorso unico nel suo genere e il suo esito non è affatto scontato. I bambini sanno sognare e azioni di questo tipo ne sono la prova.

(FOTO da account Twitter KLCC)