Arquata del Tronto: muore piccola di 18 mesi. La mamma aveva deciso di trasferirsi dopo il terremoto dell’Aquila

di Redazione | 24/08/2016

marisol piermarini

Dormiva nel suo lettino nella casa delle vacanze ad Arquata del Tronto, ma il terremoto l’ha portata via. Marisol Piermarini aveva solo 18 mesi. La piccola è morta stanotte nel crollo della casa dove si trovava insieme al papà Massimiliano e alla mamma Martina Turco, una giovane abruzzese scampata al terremoto dell’Aquila, la sua città, nel 2009.

GUARDA ANCHE: Pescara del Tronto, salvi due bimbi. La nonna li ha protetti nascondendoli sotto il letto

TERREMOTO ARQUATA: LA STORIA DELLA PICCOLA MARISOL PIERMARINI

Martina aveva deciso di trasferirsi ad Ascoli proprio dopo il sisma aquilano ma il terremoto di queste ore le ha strappato la figlioletta. Martina è ricoverata all’ospedale regionale Torrette di Ancona, sottoposta a esami diagnostici approfonditi per scongiurare gravi conseguenze. Il compagno Massimiliano è ricoverato all’ospedale Mazzoni di Ascoli per le ferite riportate in varie parti del corpo, ma non è in pericolo di vita. La piccola Marisol si trova nello stesso ospedale del papà ed è già iniziato il viavai dei familiari e dei parenti, sconvolti per la perdita. Su tutti il nonno ascolano Massimo Piermarini, il primo, secondo quanto riferisce Ansa, a raggiungere l’abitazione di Arquata. «Non volevano farmi passare perché era tutto pericolante, ma io ho detto che non me ne importava niente, che dovevo andare a cercarli: purtroppo per la bambina non c’e’ stato nulla da fare» ha raccontato, disperato.

(in copertina foto ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)