Palinsesti Rai, da Mina e Celentano a Santoro: ecco le novità della prossima stagione

di Donato De Sena | 28/06/2016

Adriano Celentano

Da Mina e Celentano a Michele Santoro. Passando per Virginia Raffaele, Pif, Heather Parisi e Lorella Cuccarini, Renato Zero, Gianluca Semprini, Gad Lerner, Alessandro Sortino. Sono i personaggi chiave dei nuovi palinsesti Rai, relativi alla prossima stagione, presentati oggi a Milano.

PALINSENSTI RAI, SU RAIUNO ANCORA CARLO CONTI VOLTO DI RIFERIMENTO

«Il 5 dicembre uscirà il nuovo album di Mina e Celentano e noi avremo una serata speciale con loro», ha annunciato il direttore di Raiuno Andrea Fabiano presentando i palinsesti autunnali, senza però fornire particolari dettagli. Fabiano ha detto che «in qualche modo» nella serata ci saranno anche i due cantanti. Il loro album arriva 18 anni dall’ultimo. «Esordire da direttore di Raiuno con questo spettacolo è una cosa da brividi», ha sottolineato. Volto di riferimento della rete resta Carlo Conti, recentemente nominato direttore artistico di Radio Rai. Per lui sono previsti ‘Tale e quale show’, che quest’anno avrà anche una speciale puntata natalizia, una nuova edizione di Sanremo Giovani e condurrà per la terza volta il Festival.L’elenco delle novità è lungo: Lorella Cuccarini e Heather Parisi che tornano insieme a dicembre con ‘Nemica amatissima’, Roberto Bolle, per un evento su bellezza, arte e, naturalmente, danza; Stefano Bollani, in seconda serata con ‘L’importante è avere un pianoforte’, Renato Zero, impegnato con uno speciale con le immagini dei suoi ultimi concerti all’Arena di Verona e racconti inediti; Alberto Angela, con una puntata delle sue ‘Notti’ dalla Città del Vaticano; Giampaolo Morelli, con ‘Fan-Karaoke’; Vanessa Incontrada, con una serata speciale in occasione della Giornata mondiale dell’infanzia e del 70esimo anniversario dell’Unicef. A quanto pare, dunque, sarà la musica ad essere protagonista della programmazione. Massimo Giletti condurrà due serate dedicate a Mogol (in programma il 24 settembre e il primo ottobre) e una a Zucchero (il 10 settembre). Il 17 settembre sarà invece il giorno di Renato Zero, in onda dall’Arena di Verona, e l’8 ottobre quello di Roberto Bolle. Ancora musica, dal 2 dicembre, con il ‘Big music quiz’ di Amadeus. Per quanto riguarda le fiction, poi, nuovi titoli ci saranno accanto alle nuove stagioni di ‘Braccialetti rossi’ e ‘Un medico in famiglia’. Ci saranno: ‘I Medici’, con Dustin Hoffman; ‘La mafia uccide solo d’estate’ dall’omonimo film di Pif; ‘Io ci sono’, la storia di Lucia Annibali, la ragazza sfregiata con l’acido; ‘Lampedusa’, con Claudio Amendola; ‘La classe degli asini’, con Vanessa Incontrada e Flavio Insinna. Ci saranno meno puntante di ‘Porta a Porta’ di Bruno Vespa, che andrà in onda dal lunedì al mercoledì. Confermato il ‘Petrolio’ di Duilio Giammaria in seconda serata

 

Michele Santoro torna in Rai

 

PALINSENSTI RAI, SU RAIDUE ALESSANDRO SORTINO IN PRIMA SERATA

A confermare il ritorno di Michele Santoro, che avrà una trasmissione su Raidue a partire dall’autunno, è stato il direttore di rete Ilaria Dallatana. «Con Santoro, che è un grande giornalista, abbiamo trovato un punto di incontro ideale nella sua straordinaria capacità di raccontare l’Italia», ha detto Dallatana. «Si inizierà in autunno – ha aggiunto Dallatana – con delle serate-evento speciali in diretta da alcune città italiane e poi si continuerà nel resto dell’anno». «Ci siamo incontrati con Santoro provando a capire un percorso da mettere insieme questo autunno. Il nostro accordo prevede che lavoreremo insieme un anno, con una serie di speciali, che non saranno moltissimi», ha spiegato ancora Dallatana. «Il racconto filmico di Santoro è una eccellenza della scuola italiana, una capacità di raccontare che vogliamo promuovere». Su Raidue il titolo più atteso per la prossima stagione autunnale è ‘Pechino Express’, ritenuto il programma che più di ogni altro ha contribuito all’identità della rete, affidato a Costantino della Gherardesca. A ‘Quelli che il calcio’ viene confermato Nicola Savino: nel cast entrano anche Ale & Franz e Diego Abatantuono. Sempre su Raidue un ruolo importante avrà il docu-enterteinment. L’informazione in prima serata targata sarà firmata ‘Nemo, Nessuno escluso’, con l’ex Iena Alessandro Sortino: su un grande palco circondato da una platea di spettatori verrà messa in scena la realtà attraverso filmati realizzati da inviati infiltrati, documenti filmati, ovvero docureality, e testimonianze dirette. Nel preserale della domenica arriva poi ‘Tabloid’, un programma di approfondimento contenutistico su politica, cronaca, costume, cultura e spettacolo, con interviste in studio realizzate da Annalisa Bruchi. Sempre su Raidue, inoltre, torna Amadeus con ‘Stasera tutto è possibile’. Novità è il nuovo programma condotto da Teo Mammuccari ‘It’s Only Tv’, con rubriche, ospiti e opinionisti che analizzeranno l’attualità televisiva.

PALINSESTI RAI, SU RAITRE UN PROGRAMMA PER VIRGINIA RAFFAELE

La direttrice di Raitre Daria Bignardi ha confermato intanto che Virginia Raffaele «in primavera 2017 farà un programma tutto suo». La Raffaele sarà anche su Raidue e andrà ad affiancare lo show di Mika. Altra novità riguarda l’ingresso a Raitre di Pif, che da febbraio condurrà, anche lui in fascia pre-serale, una striscia di dieci minuti con incontri e storie da tutto il paese. «Mi condurrà la mia ispirazione – ha commentato – e seguirò l’esempio del maestro Chiambretti». Pif continuerà anche con i suoi ‘I provinciali’ su Radiodue. Discorso a parte per i talk show di approfondimento politico. Naufragato Ballarò di Massimo Giannini (che forse rimarrà in Rai con un programma che racconta i nuovi volti del potere) alla conduzione arriva, per la prima volta in Rai, Gianluca Semprini, finora conduttore di SkyTg24. Il titolo del programma non è ancora pervenuto. E su Raitre arrivano anche Gad Lerner con ‘Islam, Italia’, programma di sei puntate per conoscere il mondo musulmano, Salvo Sottile, con ‘Mi manda Raitre’. Ritorna Corrado Augias, con il programma sui libri ‘Quante storie’. Concita De Gregorio viene invece mandata in cerca di nuovi volti della politica. Arriva anche Filippo Timi con ‘Skianto’ (per raccontare la diversita’) e ‘La Casa Bianca’ sulle elezioni americane. Lucia Annunziata intanto conquista un nuovo programma di politica estera accanto al suo domenicale ‘In 1/2 ora’. Sempre su Raitre prima tv per il film di Gianfranco Rosi ‘Fuocoammare’. Ma ci sono novità in arrivo su Raitre anche per la fascia pre-serale. Diego Bianchi, in arte Zoro, sarà in onda con il suo nuovo Gazebo social news dal martedì al venerdì dalle 20.10 alle 20.35, tra Blob e un Posto al sole. «Siamo abituati – ha commentato Zoro – al cambiamento, ci adatteremo al nuovo formato. Farò anche dei reportage, a cui posso dedicare tre giorni a settimana, al netto delle partite della Roma, perché durante gli altri sono in studio per le dirette». Sempre su Raitre, fra il 27 ottobre e il 22 dicembre, arriverà una serie di nove puntate ‘Rischiatutto’, condotto da Fabio Fazio che il sabato sera lascerà il palco a Massimo Gramellini. In questo modo diventerà così autonomo il frammento di ‘Che tempo che fa’ legato al vice direttore de La Stampa. Fazio tornerà invece con Luciana Littizzetto la domenica con un ‘Che tempo che fa’ più allungato, in onda dalle ore 20 alle 22.30. In altre parole ‘Che tempo che fa’ perderà il sabato a favore dello spazio per Gramellini, ma raddoppierà la domenica.

PALINSENSTI RAI, AL LAVORO PER LE OLIMPIADI 2020

Sulla tv pubblica sarà poi trasmessa, in diretta, su Raiuno, come annunciato dal direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, la prima della Scala di Milano. Il 7 dicembre andrà in scena Madama Butterfly con sul podio il direttore Riccardo Chailly. Negli ultimi anni la prima era stata trasmessa in diretta su Rai 5. Per quanto riguarda le Olimpiadi, come riferito dal dg Dall’Orto, la Rai cercherà di ottenere il pacchetto di 200 ore dei Giochi del 2020 che dovrà essere trasmesso gratuitamente, oltre ai diritti che si è aggiudicata Discovery. Quella dei diritti per le Olimpiadi 2020, ha detto ancora il direttore generale, è «una partita con una tale scala di valori che il servizio pubblico non può giocare» . «I diritti per le prossime Olimpiadi sono stati acquistati da Discovery per 1,3 miliardi di dollari. Questo gioco nessun servizio pubblico lo può fare. È previsto però un pacchetto di 200 ore che andrà gratuito e quindi noi sfidiamo altri ad avere questo pacchetto». Per altro, evidenzia, «già siamo la rete che investe di più sullo sport, avendo speso 200 milioni circa tra Olimpiadi 2016, Europei e il resto».

PALINSENSTI RAI, INEDITI 37 FORMAT E 5 FICTION

Complessivamente sono previsti 42 programmi novità Rai con 37 format inediti e 5 nuove fiction. È cambiato il 33% del palinsesto delle quattro reti generaliste. «Il nostro obiettivo – ha spiegato Dall’Orto aprendo la conferenza stampa – è dare un servizio migliore e non ho dubbi che questa strada porterà ad aumentare il valore della nostra azienda. Il nostro ruolo sarà diventare sempre di più il grande raccontatore del nostro Paese». I concetti chiave tenuti a mente nell’elaborare i palinsesti – ha detto Dall’Orto, sono da un lato «l’universalità» che «ci obbliga ad andare a ricercare quei pezzi di ascolto che abbiamo perso» e dall’altro «il pluralismo» inteso «non come concetto politico ma come l’idea di rappresentare tutte le anime del Paese, un pluralismo di punti di vista culturali». Lo slogan studiato per la presentazione dei palinsesti è stato ‘Rai. Per te, per tutti’, che «non è escluso» che vada a sostituire il tradizionale ‘Rai. Di tutto, di più’.

Allo studio dell’azienda pubblica c’è poi anche ‘Rai play‘, un progetto «sviluppato internamente» che nel giro di qualche settimana sarà pronto in via sperimentale, per poi essere esteso al pubblico da settembre: sarà una sorta di televisione ‘on demand’, con la quale la Rai inizierà a spiegare concretamente «cosa vuol dire essere una media company».

(Foto: ANSA / CLAUDIO ONORATI)