Ballottaggio sindaco 2016 a Napoli: trionfo de Magistris, bis contro Lettieri

di Donato De Sena | 20/06/2016

Risultati Ballottaggio Sindaco Napoli 2016

I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI PER I SINDACI ALLE ELEZIONI COMUNALI 2016

RISULTATI BALLOTTAGGIO SINDACO NAPOLI 2016

Tutto come cinque anni fa. Luigi de Magistris contro Gianni Lettieri. L’ex pm e l’imprenditore si sono sfidati al ballottaggio delle Elezioni Amministrative 2016 per la conquista della poltrona da sindaco di Napoli dopo una campagna lunga e dai toni forti. De Magistris si è presentato alle urne per la riconferma a capo di una larga coalizione di movimenti e partiti di sinistra (ben 12 le formazioni a sostegno del primo cittadino uscente). Lettieri è stato appoggiato invece da Forza Italia ed altri 9 simboli di centrodestra. I favori del pronostico erano tutti per l’ex pm, che al primo turno del 5 giugno aveva ottenuto il 42,8% dei voti contro il 24% dell’imprenditore. E il pronostico è stato rispettato. I risultati ballottaggio sindaco Napoli 2016 raccontano di un vero e proprio trionfo per il sindaco uscente, rieletto con il 66,9% dei consensi, un margine ancora più ampio di quello emerso al ballottaggio di 5 anni fa. Nel 2011 al secondo turno delle Comunali de Magistris sconfisse Lettieri con il 65,4% dei voti.

 

 

AGGIORNAMENTI E DIRETTA

02.01 – Dato definitvo dell’affluenza alle ore 23 e numero dei votanti. Al ballottaggio nella città di Napoli hanno votato 283.542 elettori su 788.291 aventi diritto (il 35,96% contro il 54,11% del primo turno)

Ore 1.34 – Il risultato definitivo del ballottaggio delle elezioni Amministrative 2016 a Napoli: a scrutinio concluso in tutte le sezioni (spoglio terminato i 886 sezioni su 886) il sindaco uscente Luigi de Magistris è stato rieletto con il 66,9% dei consensi. Il candidati di centrodestra Gianni Lettieri, appoggiato da una coalizione di 10 liste, non è andato oltre il 33,1% dei voti. Il margine è stato più ampio del ballottaggio di 5 anni fa. Nel 2011 al secondo turno delle elezioni Comunali de Magistris si impose ancora su Lettieri con il 65,4% dei voti. L’imprenditore si fermò allora al 34,6%.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016

Ore 1.13 – In conferenza stampa il sindaco Luigi de Magistris ha pronunciato parole forti.

«È una vittoria di tutti quelli che ci hanno creduto, una vittoria esclusiva. Abbiamo vinto contro il candidato ufficiale del Pd, contro il Presidente del Consiglio in piena campagna elettorale, contro i 5 stelle, contro Gianni Lettieri che ha lavorato cinque anni e contro buona parte dell’informazione che si e’ schierata contro il sindaco».

E ancora:

«Ha vinto il popolo napoletano e non è un voto di protesta come sento dire. Ha vinto la rivoluzione che ha governato. Ha vinto l’unica vera effettiva novità politica del Paese e ora ci godiamo questo risultato straordinario. Da Napoli parte una grande spinta a continuare nel pensare che si possa governare grande metropoli con le mani pulite».

Ore 1.01Dato quasi definitivo del ballottaggio a Napoli. Stando ai dati del Viminale, a scrutinio concluso in 883 sezioni su totali 886, il sindaco uscente Luigi de Magistris ha ottenuto il 66,8% dei voti contro il 33,2% di Gianni Lettieri. Cinque anni fa, al ballottaggio del 2011, de Magistris aveva vinto con il 65,4% dei consensi. Lettieri si era dunque fermato al 34,6%,

Ore 00.48 – tifo da stadio per il sindaco riconfermato Luigi de Magistris a Napoli. Come racconta l’Ansa, un gruppo di sostenitori dell’ex pm è passato sotto la sede del comitato elettorale di Gianni Lettieri. Il corteo avrebbe intonando cori di sfottò indirizzati al candidato di centrodestra. I manifestanti, una ventina di persone, dopo piazza Bovio, sede del comitato di Lettieri, si sarebbero poi diretti in via Depretis, utilizzando fumogeni colorati.

Ore 00.34Luigi de Magistris in conferenza stampa è (ovviamente) estremamente soddisfatto. «È una vittoria esclusiva dei nostri militati, del nostro popolo, di Luigi De Magistris e di tutti quelli che ci hanno creduto», ha detto il sindaco di Napoli appena rieletto. «Non è un voto di protesta, ma politico, che va molto oltre la città», ha aggiunto. «È un risultato incredibile», ha detto ancora.

Ore 00.23Dati quasi definitivi a Napoli. A spoglio concluso nel 96,3% delle sezioni (853 scrutinate su complessive 886) il sindaco uscente Luigi de Magistris (leader di una coalizione di 12 movimenti e piccoli partiti di sinistra) è al 66,8% dei voti contro il 33,2% di Gianni Lettieri (appoggiato da uno schieramento di 10 formazioni di centrodestra). Un risultato nettissimo. Ancor più netto rispetto al 2011.

Ore 00.14 – A Napoli, presso la sede del comitato elettorale di Luigi de Magistris si è registrato un clima di entusiasmo fin dai primi dati diffusi dagli istituti demoscopici. Ci sono stati applausi al dato del secondo exit poll che ha indicato il sindaco uscente al 67% dei consensi contro il 33% dello sfidante Gianni Lettieri. Al comitato sono presenti diversi assessori della Giunta de Magistris, rappresentanti politici ed esponenti del mondo dello spettacolo.

Ore 00.04 – Le nuove proiezioni confermano i dati reali finora pervenuti. Luigi de Magistris ha stravinto il ballottaggio ottenendo il doppio dei voti di Gianni Lettieri. La seconda proiezione di Quorum per SkyTg24 indica precisamente de Magistris al 65,4% e Lettieri al 34,6%. La copertura è del 57%

Ore 23.56 – I dati reali dello spoglio al secondo turno delle elezioni Amministrative a Napoli (60,7% sezioni scrutinate, 538 su complessive 886) segnalano per ora un vantaggio di Luigi de Magistris netto e leggermente superiore a quello ottenuto sempre su Gianni Lettieri (e sempre al ballottaggio) nel 2001. L’ex pm, a capo di una coalizione di 12 piccoli partiti e movimenti di sinistra, è al momento al 66,6% dei voti contro il 33,4% dell’imprenditore, sostenuto da uno schieramento di 10 liste di centrodestra.

Ore 23.47 – Il dato definitivo dell’affluenza al ballottaggio a Napoli (alle ore 23) è del 35,96%, circa dieci punti in meno del 54,11% del primo turno.

Ore 23.46 – Per la prima proiezione Ipr per la Rai, copertura 5 per cento, De Magistris è al 67% e Lettieri al 33%.

Ore 23.43 – Per la prima proiezione Quorum per Sky a Napoli De Magistris è al 64,8%, Lettieri invece al 35,2%.

Ore 23.41 – Il secondo exit poll di Istituto Piepoli e Ipr marketing per la Rai sul ballottaggio a Napoli dà in vantaggio il sindaco uscente Luigi De Magistris al 62-66%. Il candidato del centrodestra Giovanni Lettieri è tra il 34-38%.

Ore 23.40 – A scrutinio concluso nel 30% delle sezioni (239 su complessive 886) il sindaco uscente Luigi de Magistris si attesta al 65,6% dei voti contro il 34,4% di Gianni Lettieri, in linea con il dato di 5 anni fa, quando l’ex pm ottenne il 65,4% dei consensi e l’imprenditore appoggiato dal centrodestra il 34,6%.

Ore 23.37 – I dati reali relativi all’11,6% delle sezioni (103 scrutinate su complessive 886) conferma per Luigi de Magistris, sindaco uscente, un vantaggio ancora più ampio di quello che gli ha attribuito il primo exit poll di Ipr Marketing e Istituto Piepoli realizzato per la Rai. L’ex pm è ora al 67,2% dei consensi contro il 32,8% di Gianni Lettieri. Per l’imprenditore sostenuto dal centrodestra si profila una sconfitta netta come quella subita nel 2011 (quando, ancora contro de Magistris, ottenne il 34,6% dei voti).

Ore 23.28 – I primi dati reali del ballottaggio a Napoli attribuiscono al sindaco uscente Luigi de Magistris un vantaggio ancora più ampio di quello indicato dal primo exit poll degli istituti demoscopici Ipr Marketing e Piepoli per la Rai. L’ex pm, a scrutinio concluso in 19 sezioni su complessive 886, viene segnalato dal sito del Viminale al 69,4% dei voti contro il 30,6% dell’avversario di centrodestra Gianni Lettieri.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016

Ore 23.14 – I dati del primo exit poll di Ipr Marketing e Istituto Piepoli per la Rai confermano i pronostici della vigilia. Cinque anni dopo il 2011 Luigi de Magistris potrebbe battere ancora Gianni Lettieri con un ampio margine. I dati reali dello spoglio diranno di più sul distacco tra i due candidati sindaco. Ma l’esito del voto sembra chiaro fin da subito.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016

Ore 23.04 – Secondo il primo exit-poll di Ipr Marketing per la Rai, con copertura dell’80% del campione, a Napoli il sindaco uscente Luigi de Magistris ha conquistato tra il 61 e il 65% dei consensi mentre il candidato di centrodestra Gianni Lettieri si sarebbe fermato tra il 35 e il 39%.

Ore 23.00Seggi chiusi. Concluse le operazioni di voto. Comincia lo spoglio delle schede del secondo turno delle elezioni Amministrative di Napoli.

Ore 22.50 – Qualunque sia il risultato del ballottaggio a Napoli per il Partito Democratico si aprirà da domani una fase di ricostruzione dopo il pessimo risultato raccolto al primo turno. Il premier-segretario ha già annunciato che ci sarà un commissariamento del Pd partenopeo, lacerato da profonde divisioni. Una prova delle spaccature interne sono le parole di Antonio Bassolino, sconfitto alle primarie. «A Napoli sulla scheda elettorale ben 22 simboli. Manca il Pd, eppure è il partito al governo del paese. È stato compiuto un delitto politico», ha scritto oggi su Twitter l’ex sindaco ed ex presidente di Regione. L’ultima di una lunga serie di frecciate.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016
(Un tweet di Antonio Bassolino)

 

Ore 22.45 – Stando ai sondaggi elettorali pubblicati fino a venerdì 20 maggio, ultimo giorno prima del buio di diffusione di rilevazioni degli istituti demoscopici sulle intenzioni di voto, a Luigi de Magistris era stato attribuito un ampio margine di vantaggio in un eventuale ballottaggio con Gianni Lettieri. Non è escluso che il risultato del secondo turno delle Amministrative 2016 sia vicino a quello del 2011, quando l’ex pm si impose con il 65,4% contro il 34,6% dell’imprenditore.

Ore 22.30 – Il ballottaggio delle elezioni Amministrative 2016 a Napoli sarà ricordato anche per il clima incandescente della sfida. Dopo la denuncia di Gianni Lettieri, che ha raccontato di essere stato vittima di un’aggressione verbale, il presidente della terza Municipalità, Stella-San Carlo Arena, Ivo Poggiani, un volto noto dei comitati civici e dei collettivi studenteschi, ha denunciato su Facebook di essere stato aggredito e preso a cazzotti all’uscita di un seggio. «Mi hanno appena preso a cazzotti – ha scritto sul social network – poco distante da un seggio al Rione Sanità: nessuno creda di intimidirmi. Pochi minuti fa sono stato vittima di un’aggressione di stampo camorristico. Il clima di questa campagna elettorale e’ ormai inaccettabile. Ed io sarei secondo Lettieri lo squadrista che organizza altri squadristi fuori ai seggi? Questi signori si guardassero in casa. Forza, l’ultimo sforzo. Andiamo a votare, non lasciamo la citta’ in mano ai banditi!».

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016
(Screenshot dalla pagina Facebook di Ivo Poggiani)

 

Ore 20.50 – Si attende il dato dell’affluenza delle ore 23 per vedere se il crollo della partecipazione sarà confermato. Probabile che la maggior parte degli elettori di Pd ed M5S, tagliati fuori dal ballottaggio, siano di fatto rimasti a casa. Certo, l’affluenza potrebbe recuperare qualche punto nelle ultime ore, in quanto molti elettori potrebbero votare in extremis dopo una giornata di mare.

Ore 19.18 – Arriva il dato dell’affluenza: si conferma il crollo dei votanti. Con il 100% delle sezioni rilevate, 886 su 886, a Napoli ha votato il 25,27%. Al primo turno, il 5 giugno, aveva votato il 37,99% degli aventi diritto.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016

Ore 19.05 – L’unico post pubblicato nel pomeriggio sulle pagine fan di Facebook dei due candidati al ballottaggio, Luigi de Magistris e Gianni Lettieri, è comparso sulla bacheca del sindaco uscente. È stato caricato un video con le operazioni di voto.

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016
(Screenshot dalle pagine Facebook di Luigi de Magistris)

 

18.25 – Appena dopo la chiusura dei seggi, quindi pochi minuti dopo le 23, sarà possibile conoscere (prima ancora della diffusione dei dati reali da parte del Comune e del Viminale) le prime rilevazioni sul risultato del ballottaggio a Napoli, grazie agli exit poll e alle proiezioni realizzati da alcuni dei più conosciuti istituti demoscopici italiani. SkyTg24 ha scelto di rinunciare all’utilizzo dello strumento degli exit poll, basati sulle interviste agli elettori all’uscita dei seggi, e di proporre soltanto le proiezioni basate su voti reali scrutinati da seggi campione, relative alle città di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna, a cura dell’istituto di ricerca Quorum. Su Raiuno, intanto, saranno resi noti exit poll e proiezioni delle società demoscopiche Ipr Marketing e Istituto Piepoli. Su La7 saranno diffusi i numeri dell’istituto Emg Acqua. Tutti i numeri verrano ripresi anche da Giornalettismo in questo live.

Ore 17.40 – Il trend dell’affluenza sarà certamente più chiaro dopo la diffusione del dato relativo al numero di votanti alle ore 19. Al primo turno alla stessa ora si erano recati ai seggi per esprimere la propria preferenza il 37,99% degli aventi diritto al voto.

Ore 16.30 – Il dato basso di affluenza alle ore 12, quando si era recato ai seggi solo il 10,06% degli aventi diritto al voto, lascia presagire che il dato definitivo dell’affluenza alle 23, quando si chiuderanno le sezioni elettorali, sarà inferiore al 50%. Al primo turno la quota di votanti ai seggi è stata del 54,12%. Al ballottaggio di 5 anni fa, invece, votarono il 50,4% degli aventi diritto.

Ore 15.55 – La polemica sull’aggressione verbale al candidato sindaco Gianni Lettieri da parte di un gruppo di sostenitori del sindaco uscente Luigi de Magistris è proseguita a colpi di post sui social network. Sulla pagina fan Facebook dell’imprenditore sostenuto da Forza Italia e liste civiche di centrodestra sono state pubblicate foto di ragazzi dell’Ex Opg Occupato.

 

 

La risposta, sempre via Facebook, non si è fatta attendere. «Cerca la provocazione, non la trova e posta foto di gente seduta dall’altro lato della città».

 

 

Ore 14.35 – È finalmente pervenuto il dato definitivo dell’affluenza alle ore 12. Stando ai numeri diffusi dal sito del Viminale a Napoli a mezzogiorno si sono recati ai seggi per votare al ballottaggio delle elezioni Amministrative il 10,06% degli aventi diritto al voto, molto meno del 15,16% degli aventi diritto che si erano espressi due settimene fa, il 5 giugno, al primo turno.

Ore 14.20 – Ancora un piccolo passo in avanti verso la comunicazione del dato complessivo dell’affluenza alle ore 12 nella città di Napoli. Il sito del Comune indica ora 71.995 votanti sui complessivi 788.291 aventi diritto (il 9,13%). Ma il dato è destinato a salire verso (e probabilmente superare) il 10% perché relativo solo a 798 sezioni sulle totali 886. Negli altri 7 comuni della Campania chiamati a scegliere il sindaco al secondo turno l’affluenza registrata alle ore 12 è del 12,12%, in calo di circa 7 punti rispetto alla stessa ora del 5 giugno, al primo turno, quando si erano recati ai seggi per esprimere la loro preferenza il 19,59% degli aventi diritto.

Ore 14.15 – Il ritardo nella comunicazione del dato dell’affluenza alle ore 12 relativo alla città di Napoli si rivela un assist per gli esponenti di Forza Italia per criticare l’amministrazione comunale. Il coordinatore regionale del partito di Silvio Berlusconi, Domenico De Siano, parla di «ennesima figuraccia nazionale di un’amministrazione alla quale manca sempre un piano B».

Ore 14.05 – Si avvicina il dato dell’affluenza alle 12. Il sito del Comune di Napoli indica il 7,94% di aventi diritto recatisi ai seggi (62.617 su 788.291), ma si tratta di una percentuale calcolata tenendo conto solo degli elettori di 699 sezioni su complessive 886. Probabile un avvicinamento al 10%.

Ore 13.50 – Napoli è l’unico comune su 113 in cui si vota per il ballottaggio a non aver comunicato il dato definitivo dell’affluenza alle ore 12. Il numero dei votanti sul sito del Comune resta fermo a 515 sezioni elettorali su complessive 886. Il dato finale dovrebbe aggirarsi intorno al 9/10%.

Ore 13.35 – La comunicazione del dato dell’affluenza alle ore 12 a Napoli è rallentato da un guasto al server. Il guasto si è verificato precisamente su una linea informatica del server. Lo riferisce l’Ansa. Alcune fonti dell’amministrazione comunale spiegano che il rilevamento dell’affluenza, da parte dell’Ufficio Elettorale Comunale, sta avvenendo contattando telefonicamente i singoli seggi che al momento non hanno trasmesso i dati. Il guasto sembra comunque essere in via di soluzione. Le successive rilevazioni dovrebbero dunque avvenire senza problemi.

Ore 13.30 – Il comitato di Gianni Lettieri denuncia un’aggressione al candidato da parte di sostenitori del sindaco uscente Luigi de Magistris. In un comunicato viene reso noto che «a Pianura ragazzi con le magliette ‘Controllo Popolare’ hanno aggredito verbalmente Gianni Lettieri, mentre passeggiava tranquillamente con la figlia e dei cittadini lontano dai seggi, all’uscita da un bar». «Poco dopo – continua la nota – hanno aggredito Marco Nonno e alcuni ragazzi insultandoli verbalmente e strattonandoli fisicamente. Ci giungono segnalazioni da altre zone della città – prosegue il comitato – di analoghi episodi di intimidazioni e violenza». Per i sostenitori di Lettieri, «quello che si sta verificando in queste ore in alcuni seggi a Napoli a opera di alcuni antagonisti e estremisti di collettivi che fiancheggiano il sindaco uscente è squadrismo fascista». «Tutto questo è inaccettabile – conclude il comitato – viola la democrazia e calpesta la dignita’ dei napoletani che hanno il diritto di recarsi al seggio liberamente e affrontare serenamente questa giornata di partecipazione alla scelta del governo della città. Abbiamo immediatamente allertato tutte le istituzioni preposte al controllo del regolare svolgimento delle operazioni di voto».

Ore 13.25 – Ora il sito del Comune di Napoli indica 34.589 votanti alle 12 in 399 sezioni (su complessive 886). Il dato definitivo dovrebbe dunque aggirarsi intorno al 9/10%. Le pagine web del Ministero dell’Interno non forniscono ancora alcun numero.

Ore 13.10 – A differenza delle altre principali città chiamate al voto per il secondo turno delle elezioni Amministrative, il dato dell’affluenza alle ore 12 di Napoli tarda ad arrivare. Il sito del Comune indiva 28.408 votanti a mezzogiorno, ma si tratta di un numero relativo solo a 326 sezioni su complessive 886. Ancora non pervenuto il dato del Ministero dell’Interno.

Ore 12.20 – Si attende il primo dato sull’affluenza. Né il sito del Ministro dell’Interno né quello del Comune di Napoli hanno ancora fornito indicazioni sulla percentuale di aventi diritto al voto (complessivamente 788.291 persne) che si sono recati ai seggi per esprimere la loro preferenza al ballottaggio tra Luigi de Magistris e Gianni Lettieri. Al primo turno alle 12 avevano votato nelle 886 sezioni napoletane il 15,2% del corpo elettorale. Oggi si attende un calo fisiologico.

Ore 11.55 – Ecco alcune immagini dei due candidati a sindaco, Luigi de Magistris e Gianni Lettieri, durante il voto al seggio di questa mattina.

 

 

Ore 11.10 – Il candidato di centrodestra Gianni Lettieri è arrivato al seggio della scuola Carlo Poerio, in corso Vittorio Emanuele, accompagnato dalla figlia maggiore, prima delle 11. L’imprenditore era vestito in tenuta casual, con jeans e camicia chiara, come in tutti gli appuntamenti della campagna elettorale. Solo qualche battuta con i giornalisti prima di tornare a casa: «Ho già detto cosa farò, ma non sarò sconfitto».

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016
Gianni Lettieri al seggio (Foto: ANSA / CESARE ABBATE)

 

Ore 10.25 – Le elezioni Amministrative a Napoli sono state caratterizzate da una nuova lite in casa Pd a ridosso del ballottaggio. Un membro della segreteria provinciale, Peppe Balzamo, ha inviato una lettera su carta intestata Pd invitando gli elettori a votare al secondo turno per il candidato di centrodestra Gianni Lettieri. «In questi cinque anni – è quanto scrive Balzamo nella missiva – Luigi de Magistris ha bloccato lo sviluppo di Bagnoli e Fuorigrotta rinunciando a ogni trattativa con il governo. Oggi il nostro quartiere riversa in uno stato d’abbandono intollerabile. Per questo motivo, al turno di ballottaggio del 19 giugno, ti invito a preferire Gianni Lettieri». La risposta del Pd provinciale non si è fatta attendere. Il messaggio ha subito innescato polemiche tra gli attivisti. In una nota i segretari regionale e metropolitano, Assunta Tartaglione e Venanzio Carpentieri, hanno definitvo «assolutamente inammissibile» che «il simbolo del partito venga utilizzato sulla base di un’iniziativa individuale di un singolo iscritto. Ciò a maggior ragione se tale iniziativa si sviluppa in una giornata di silenzio elettorale. Tale episodio sarà sottoposto alla valutazione degli organismi interni di garanzia».

Ore 10.00 – In Campania oggi gli occhi non sono puntati sull’esito del voto nella città di Napoli. Complessivamente si vota per la scelta del sindaco al ballottaggio in 14 comuni campani, di cui 3 capoluoghi di provincia (anche Caserta e Benevento). Otto comuni si trovano in provincia di Napoli, compreso il capoluogo. Si vota poi a Benevento città, nel Salernitano a Battipaglia, nel Casertano si vota in 4 città, nel capoluogo e ad Aversa, Marcianise e Sessa Aurunca. Nel Napoletano si vota per il primo cittadino a Casoria, Frattaminore, Gragnano, Castellammare di Stabia, Poggiomarino, Vico Equense e Volla.

Ore 9.45 – Il primo a votare tra i due candidati sindaco al ballottaggio a Napoli è Luigi de Magistris. Il primo cittadino uscente è arrivato al seggio di via Francesco Paolo Tosti pochi minuti dopo le nove, accompagnato dalla moglie Maria Teresa Dolce. Dopo il voto, l’ex ha detto: «Ho votato e ho la netta sensazione che stasera il popolo napoletano scriverà un pezzo di storia».

 

Risultati Ballottaggio sindaco Napoli 2016
Luigi de Magistris al seggio (Foto: ANSA / CIRO FUSCO)

 

Ore 7.00Seggi aperti per il ballottaggio. si vota dalle 7 alle 23. Lo spoglio delle schede del secondo turno delle elezioni Amministrative è previsto subito dopo la chiusura dei seggi, alle 23 di domenica 19 giugno.

 

 

 

I CANDIDATI

Luigi de Magistris ha 48 anni ed è un ex magistrato diventato conosciuto per le inchieste condotte su legami tra mondo degli affari e politica. Prima di candidarsi a sindaco di Napoli nel 2011 era già sceso in campo alle Elezioni Europee del 2009, quando fu eletto eurodeputato per l’Italia dei Valori. Ad appoggiarlo oggi ci sono le liste: De Magistris Sindaco, Italia dei Valori, Verdi, Repubblicani Democratici, Dema Democrazia Autonomia, Napoli in Comune, Partito del Sud, Meridionalisti Napoli Capitale, Ce Simme Sfasteriati, Mo!, Bene Comune e La Città. De Magistri al primo turno ha conquistato 5,7 punti percentuali di voti in più rispetto ai simboli in suo appoggio.

Gianni Lettieri ha 59 anni ed è noto, oltre che per il suo impegno in politica, anche per la sua attività imprenditoriale. È presidente di Atitech, in passato è stato presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Napoli. Lo scorso anno ha deciso di cominciare la sua corsa per la poltrona di primo cittadino senza il sostegno dei partiti. L’intesa con Forza Italia è stata siglata solo in un secondo momento. Ad appoggiare il candidato del centrodestra ci sono complessivamente dieci simboli: Fare Città, Italia 20.50, Prima Napoli, Forza Italia, Napoli Capitale, Impresa Comune, Pensionati d’Europa, Costruzione e Stato, Rivoluzione Crisiana e Giovani in Corsa. Al primo turno Lettieri ha ottenuto 0,5 punti percentuali in meno di consenso rispetto alle liste a suo sostegno.

I SONDAGGI

Lo scorso 20 maggio, a 15 giorni dal primo turno del 5 giugno, è scattato il divieto di pubblicazione di sondaggi elettorali. Pertanto da quella data nessun istituto demoscopico ha fornito indicazioni sulle intenzioni di voto dei cittadini napoletani in caso di ballottaggio tra Luigi de Magistris e Gianni Lettieri. Le rilevazioni diffuse ad inizio maggio hanno attribuito comunque un chiaro margine di vantaggio al sindaco in carica, un gap poi confermato anche alle urne. Stando alle cifre pubblicate dai sondaggisti di Scenari Politici, Winpoll, Emg Acqua, Tecnè, Demos&Pi ed Ipr Marketing, l’ex pm oscillerebbe tra il 55 e il 64% dei consensi. Lettieri invece tra il 36 e il 45%. Va comunque precisato che periodo di divieto di pubblicazione i rapporti di forza al tra i due candidati alla carica di primo cittadino potrebbero essere sensibilmente mutati.

 

Risultati Ballottaggio Sindaco Napoli 2016
I sondaggi sulle intenzioni di voto al secondo turno delle Elezioni Comunali nella città di Napoli realizzati ad inizio maggio (Tabella di: Giornalettismo)

 

COME, QUANDO E DOVE SI VOTA

Per i ballottaggi delle elezioni Comunali 2016 è prevista una sola giornata di voto, domenica 19 giugno, dalle 7 alle 23.

Sulla scheda consegnata agli elettori compariranno i nomi dei due candidati al ballottaggio con a fianco i simboli delle liste che appoggiano le loro candidature. Per esprimere la prorpia preferenza è opportuno tracciare un segno sul nome di uno solo dei due candidati.

Viene eletto nuovo sindaco il candidato che ottiene più voti. Lo spoglio delle schede comincerà subito dopo la chiusura dei seggi.

(Foto di copertina: Ansa)