|

Jo Cox e il complottismo italiano sulla sua morte (post politici inclusi)

Lo abbiamo fatto per i disastri aerei, per gli attentati, per le morti celebri. Potevamo esimerci noi, italiani, nel fare del sano complottismo sulla morte della deputata laburista Jo Cox? Ovviamente no. Così, mentre nel Regno Unito si parlava della tremenda uccisione della parlamentare, noi viaggiavamo già col pensiero, ipotizzando regie e scenari futuri sulla Brexit.

LEGGI ANCHE: Il senatore Bartolomeo Pepe e il tweet choc sulla deputata Jo Cox: «Colpire uno per educare cento»

JO COX COMPLOTTISMO SULLA SUA MORTE

Secondo il senatore Bartolomeo Pepe ci potrebbero esser strane regie dietro la morte di Cox. Il suo tweet («JoKox colpire uno per educare cento») ha fatto il giro della rete raccogliendo polemiche e critiche. Il senatore si è poi scusato ma non è il solo a spiccare nell’albo dei “gombloddi” o dei post da pubblicare con giudizi politici a seguito. Il segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista ha per esempio twittato:

 jo cox complottismo

Insomma, una posizione politica precisa, ancora prima di sapere identità e ideologia del killer.

jo cox complottismo

 

Tra i tanti da annoverare anche Giorgio Cremaschi, sindacalista ex Cgil, che per ore ha lottato contro i “troll di Renzi”. Cremaschi ha twittato: «Appena diffusa notizia di spari contro deputata la Borsa di Londra ha avuto un balzo verso l’alto sperando in no a Brexit. Complotto?». Ha scatenato il pandemonio. 

 jo cox complottismo
“Ma a chi giova? Noi ne sappiamo qualcosa”

JO COX E IL COMPLOTTISMO SULLA FRASE “BRITAIN FIRST”

Mentre nel Regno Unito si discute in modo un po’ più serio di un omicidio fatto in uno dei momenti più delicati nella storia di un Paese noi spicchiamo con analisi economiche e debunking che non è debunking. L’ultimo aspetto è ben descritto dallo status di Simone Di Stefano, leader di Casapound che parla di frase falsa pronunciata dal killer quando in realtà questa è stata confermata da diversi testimoni alla Bcc.

Inutile dire che il movimento Britain First ha immediatamente condannato il gesto di Thomas Mair, assassino di Jo Cox. Noi vi lasciamo così, con un piccato dibattito a partire dal minuto 6.50, andato ieri sera in onda su Rai3:

(in copertina una foto dalla pagina Facebook Protesi di Complotto)