confronto candidati Milano
|

Amministrative a Milano, il confronto tv su Sky tra Sala, Parisi e Corrado

A pochi giorni dalle Elezioni Comunali del 5 giugno, su Sky è l’ora del confronto in diretta televisiva tra i principali candidati sindaco alle amministrative di Milano. Sui podi all’americana di Sky sono pronti a parlare Stefano Parisi (Centrodestra), Giuseppe Sala (Centrosinistra) e Gianluca Corrado (Movimento 5 Stelle).

DA NON PERDERE

IL CONFRONTO TRA I CANDIDATI SINDACO A MILANO

ore 21.53: Appello finale. “Serve un’amministrazione moderna, digitale, vicina ai problemi della gente e capace di immaginare un futuro di sviluppo“, spiega Parisi. Corrado sottolinea invece quanto il Movimento sia libero rispetto agli altri partiti. Chiude il confronto Sala: “Credo alla Milano che ce la vuole fare“.

ore 21.48: “Sulle occupazioni abusive la prima cosa da fare è riportare la legalità“, spiega Parisi l’unico a mostrare meno tolleranza per i senza tetto o morosi.

ore 21.43: Dopo Expò. Il 5 Stelle Corrado parla di parco tecnologico (una linea pro Renzi?)

ore 21.40: Milano ha bisogno di una moschea? Se sì dove? Sala cita la Costituzione e parla di moschea grande e visibile da controllare. Quelle non in sicurezza da chiudere. Parisi parla di terrorismo islamico e vuole avere chiarezza su chi finanzia le moschee. “Quelle attuali? Quelle trasparenti vanno mantenute“, spiega cauto il candidato del centrodestra. Corrado invece opta per consultare i milanesi. In alternativa c’è la regolarizzazione degli spazi: “Ovvero 15, 16 moschee diffuse sul territorio con maggior controllo“.

ore 21.33: Domanda dei supporter. La prima è fatta da una militante di Sala che chiede a Corrado dei 5 stelle: “Sosterrai le politiche sulle fasce deboli o voterai contro?“. Il 5 stelle punta sulle case popolari: “La nostra opposizione sarà costruttiva. Ma il vostro candidato punta sul social housing, punta su fasce più alte“. Sala: “A Milano c’è un grande patrimonio immobiliare da sistemare. Il Comune farà la sua parte, ma chiederei aiuto al Governo“.

ore 21.31: Ora i candidati fingono virtualmente di incontrare Matteo Renzi (una sorta di #matteorisponde). Se Parisi chiede più istituzionalità per Milano Corrado punta sugli 80 euro (e politica nazionale). Sala punta sul piano periferie.

ore 21.24: I candidati spiegano le spese in campagna elettorale e la loro dichiarazione dei redditi.

ore 21.18: Tasse. Corrado (M5S) propone un taglio sulle micro imprese da suolo pubblico a pubblicazione insegne.

– Dove vuole tagliare Corrado? – Dove…? – Quali tasse vuole tagliare?

Alla fine il 5 stelle risponde ma non può (per motivi di tempo) spiegare come si troveranno le coperture. Sala vuole recuperare 40 milioni dall’evasione mentre Parisi vuole invece riportare a Milano le tasse che i milanesi pagano (local tax?). Sala si gioca il bonus (l’ultimo) per replicare.

ore 21.14 Ambiente. Meglio condividere le auto che possederle – sottolinea Parisi. “I 100 milioni di euro li spenderei in caldaie e sistemi di bioedilizia”. Corrado investirebbe 100 milioni su mobilità sostenibile e sharing elettrico. Sala sul bonus spiega gli incentivi al 5 stelle e poi stuzzica il governo puntando anche lui sulle auto elettriche.

ore 21.10: Migranti. Per Sala occorre non esagerare a livello di numeri. Parisi: “Chiesi un mese fa per fare un tavolo operativo. Non si è mai fatto. Dicono che Beppe Sala non voleva farlo“. Corrado dei 5 Stelle: “Ci sono due tipi di emigrazioni: quelle economiche e i profughi per guerra. I primi vanno gestiti in modo diverso. Milano può accogliere in modo più ragionevole“.

ore 21.04: Sicurezza. Secondo Corrado si può risolvere evitando il degrado con apertura di nuove botteghe e telecamere pubbliche e private in un unico circuito (più integrazione tra le varie forze dell’ordine). Sala: “Quando i cinesi vanno all’estero per turismo i tour operator considerano la zona se  è pericolosa o no. Non facciamo i tafazzi“. Parisi: “Oggi quando ci rubano in casa facciamo la denuncia per rassicurazione. Non è possibile che ci sia una sottovalutazione, come emerge dalle parole di Sala“. Inizia catfight tra i due. Sala: “La centrale già c’è, abbiamo fatto entrare in sicurezza le persone ad Expo“. Parisi: “Quella centrale è in disuso“. M5S tace.

Corrado (M5S)
Corrado (M5S)

ore 21.01: Dopo la presentazione di Giuseppe Sala, Marco Cappato e il cane e i gatti di Stefano Parisi inizia il confronto tv e cambia la prima domanda: domanda sul maltempo che ha investito Milano. Parisi sottolinea come non “bisogna allarmare” ma critica la giunta Pisapia. Corrado (M5S) non contempla la gestione emergenziale. E Sala invece parla di esagerazione: “Si tratta di saper fare le cose. Ci sono 150 milioni pronti ad esser investiti“.

Ore 21.00: Si apre il confronto tv su Sky tra i principali candidati sindaco Sala (centrosinistra), Parisi (centrodestra), Corrado (M5S) alle elezioni Comunali 2016 a Milano. Intanto Marco Cappato dei Radicali protesta per la sua esclusione.

confronto sky

IL FORMAT E LE REGOLE DEL CONFRONTO

Nello studio di Sky TG24 parlano, secondo un ordine definito per sorteggio, Stefano Parisi, Gianluca Corrado e Giuseppe Sala. Il dibattito è condotto da Gianluca Semprini e sarà trasmesso alle 21 in diretta sui canali 100 e 500 di Sky, in chiaro sul canale 50 del digitale terrestre e in streaming sul SkyTG24.it. Ci sarà lo stesso format e le regole utilizzate nei precedenti incontri. Risposte con un countdown da 1 minuto e 30 secondi massimi, due possibilità di replica da 30 secondi ciascuna, domande incrociate tra i candidati e i supporter degli avversari. Alla fine è previsto un appello finale.

Riguardo alle domande dei supporter Parisi riceverà una domanda dal militante di Corrado, Sala dal sostenitore di Parisi e Corrado da quello di Sala. I telespettatori possono votare il candidato che è piaciuto di più esprimendo la vostra preferenza sul candidato con My Sky HD connesso a Internet e l’app di Sky TG24 per iPhone/iPad e Android. Per seguire sui social il confronto l’hashtag è #ConfrontoSkyTG24.

(Photocredit copertina ANSA/Comune di Milano)