Colonia, il video falso delle aggressioni che ha ingannato tg e giornali

di Redazione | 12/01/2016

Negli ultimi giorni tg e giornali (stranieri e italiani) sono stati ingannati dalla diffusione di un video falso delle aggressioni avvenute a Colonia la notte di Capodanno. Le immagini, ampiamente circolate sul web, sono state girate con un telefonino e mostrano di una ragazza bionda circondata da uomini che la molestano e le impediscono di muoversi. La giovane è molto impaurita e sembra incapace di liberarsi degli aggressori. Il filmato, mandato in onda anche dal Tg di La7, per poi essere ripreso da diverse testate italiane, risale in realtà al 2012 e fu realizzato in Egitto, al Cairo.

 

 

LEGGI ANCHE: Aggressioni di Capodanno, cosa si sa sugli aggressori di Colonia

 

A svelare l’inganno è stata proprio la ragazza bionda vittima delle molestie, che si è riconosciuta nelle immagini. Si tratta della fotogiornalista tedesca Julia Leeb. In un post su Facebook dal titolo ‘Rompendo il silenzio’ Leeb ha spiegato che nel 2012 si trovava in Egitto per lavoro, presumibilmente per seguire le vicende della cosiddetta ‘primavera araba’, le proteste che portarono poi alla destituzione del presidente Hosni Mubarak. Il video delle molestie fu girato in piazza Tahrir. Nel post la fotogiornalista ha scritto: «Ho esitato a lungo, ma non mi vergogno più. I criminali e i politici dovrebbero vergognarsi».

 

Breaking the silence Ich habe lange gehadert. Seit gestern ist ein Video im Umlauf, das angeblich die Angriffe von Kö…

Posted by Julia Leeb on Venerdì 8 gennaio 2016

 

(Immagine di copertina da YouTube)