tasi seconda casa legge di stabilità
|

La legge di Stabilità arriva in aula: sconti Tasi anche sulla seconda casa

Sconti Tasi anche sulla seconda casa: è questa una delle novità del testo della legge di Stabilità che arriva in aula, pronta ad affrontare la prova del maxiemendamento e della fiducia dopo 37 ore di discussione da parte della Commissione Bilancio della Camera che ha dato il via libera al provvedimento. Confermata l’abolizione della Tasi sulla prima casa, ci sono, su fisco e tributi, alcune importanti novità.

SCONTI TASI E NOVITA’ SULL’EVASIONE FISCALE: LE ULTIME DALLA LEGGE DI STABILITA’

Repubblica le riassume: attenzione a quanto accade sul versante del contrasto all’evasione.

La manovra arriva a 35 miliardi portando al traguardo l’abolizione della Tasi sulla prima casa, l’aumento della «no tax area» per le pensioni più basse, il pacchetto sicurezza con gli 80 euro per le forze di polizia, le misure per il welfare aziendale e le assunzioni dei medici. Sale anche fino a 3.000 euro la possibilità di pagare in contanti: all’ultimo minuto passa l’emendamento, chiesto dal presidente dell’Inps Tito Boeri, che limita a 1.000 euro (come per il money transfer)il pagamento in denaro liquido per le pensioni, per evitare truffe e non appesantire i costi dell’istituto. Sorprese anche sul fronte dell’evasione fiscale. Con un emendamento di Scelta civica, firmato da Mariano Rubino, viene eliminato il raddoppio dei termini di accertamento fiscale nel caso di violazioni penali (attualmente si passa da 4 a 8 anni) mentre gli accertamenti ordinari avranno più tempo: si passerà da 4 a cinque anni e si arriverà a sette anni in presenza di dichiarazione omessa o nulla. Inoltre la norma dispone che le Procure dovranno comunicare all’Agenzia delle entrate gli eventuali risvolti tributari di indagini penali come oggi l’Agenzia comunica gli aspetti penali alle Procure.

LEGGI ANCHE: Sondaggi, il governo di Matteo Renzi vola

Ancora sulle imposte, un emendamento dell’ex ministro Maurizio Lupi introduce sconti fiscali sulle seconde case.

Dopo l’abolizione della Tasi prima casa, arriva per mano di Maurizio Lupi di Ap uno sconto anche per le seconde case: l’Imu si pagherà al 50 per cento nel caso in cui l’abitazione sia data in comodato d’uso ai figli, sempre che la casa si trovi nello stesso Comune e che i figli vi assumano la residenza. L’emendamento si aggiunge alla soluzione minimale introdotta dal Senato, che prevedeva l’abolizione della Tasi-seconda casa che scattava per chi era possessore di una sola abitazione e non ci viveva: situazione che riguarda anziani in residenze sociali, militari in servizio e separati che vanno in affitto e lasciano, per decisione del giudice, la casa di proprietà al coniuge.

Importanti le norme sull’autovelox: potranno essere rilevate a distanza anche la presenza o l’assenza di RC auto e revisione del veicolo.