Renzi su Maria Elena Boschi: «Credo non sia la donna più potente della storia italiana»

di Redazione | 01/12/2015

Renzi Maria Elena BOschi

«Maria Elena sta facendo un lavoro straordinario, ma credo che non sia la donna più potente della storia italiana». Scherza così il premier Matteo Renzi, alla presentazione del libro di Vespa. «La Boschi incide e fa bene. Con grande determinazione fa sentire la sua voce e credo che sia corretto, come anche nel ruolo della Difesa e nella Sanità. Abituatevi a prendere atto che le donne in politica contano», ha aggiunto. «Fino al 2018 non si vota, ci può scommettere. E’ una delle poche cose che, in modo quasi arteriosclerotico, dico dall’inizio».

RENZI E IL CANDIDATO SINDACO A MILANO

Renzi è intervenuto anche sull’ipotesi di candidatura del vicesindaco Francesca Balzani alle comunali a Milano: «Al momento non mi risulta che ci sia nessun candidato o candidata, da qui a marzo, quando ci saranno le primarie, ci sarà tempo».

LEGGI ANCHE: Elezioni Amministrative 2016, paura Pd a Torino. A Napoli manca l’anti-Bassolino. Ed è scontro per l’asse dem-Ncd

MATTEO RENZI E LA QUESTIONE LIBIA

– «L’Italia non è pregiudizialmente ostile a interventi militari, purché non si faccia come in Libia, con interventi senza strategia», ha detto Renzi. «Siamo pronti a fare di più di quanto faccia l’Italia adesso, ma non accetterò mai che la politica estera sia lasciata alle emozioni. Una cosa è la guerra davvero e altra le discussioni parlamentari».

(In copertina foto ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI)