Parigi sotto attacco. Francia-Germania: i tifosi escono cantando la marsigliese – VIDEO

di Boris Sollazzo | 14/11/2015

Parigi sotto attacco Francia-Germania

PARIGI SOTTO ATTACCO, FRANCIA-GERMANIA –

Come in Fuga per la Vittoria. I prigionieri protestano per un rigore loro assegnato. Sì, proprio così, aggrediscono l’arbitro perché non li faccia tirare dagli 11 metri. Q5. uel gol, che potrebbe scaturire dal penalty, potrebbe decretare per loro la massima punizione. E il pubblico, all’unisono, in quello stadio in cui i nazisti sono in piedi, basiti, canta la Marsigliese. Un momento di cinema bellissimo. Lì i prigionieri diventano eroi di libertà.

LEGGI ANCHE: PARIGI SOTTO ATTACCO, LA DIRETTA

Francia-Germania. 13 novembre 2015. Una città e uno stadio, con il proprio presidente dentro, sotto attacco. I tifosi non si fanno prendere dal panico, nonostante 40 morti e il terrore diffuso. Escono, ordinatamente, lentamente. E nella pancia dello stadio il silenzio diventa canto. L’inno francese, la marisgliese riempie quel corridoio pieno di paura, rabbia e orgoglio. Non c’è ostentazione, è qualcosa di più di una preghiera, il tono è sommesso ma non sottomesso. La Francia, da subito dice che no, non si inginocchia. E canta. Ripartiamo da qui.

E qui trovate la scena citata di Fuga per la vittoria.