chiamate call center bloccare
|

Come bloccare le continue chiamate dei call center sul proprio telefono

Se vi sentite perseguitati dalle telefonate promozionali in arrivo dai call center di mezza Italia, non temete. C’è la possibilità di rimediare alle chiamate indesiderate attraverso alcune semplici segnalazioni. A spiegarlo nei particolari, attraverso dieci domande, è un articolo de La Stampa a firma Paolo Baroni che riprende un vademecum appena diffuso dal Garante per la Privacy. Per l’Autorità infatti c’è il concreto rischio che si possa giungere ad una sitauzione di caos legata per i numerosi messaggi che pubblicizzano società telefoniche ed elettriche, pay tv, servizi finanziari, fino ai prodotti cosmetici o alimentari.

COME BLOCCARE LE CHIAMATE DEI CALL CENTER: L’UTENZA RISERVATA –

Il principale consiglio da seguire riguarda la rimozione della propria utenza telefonica dagli elenchi a disposizione di chi effettua la promozione. Se l’utenza è presente negli elenchi, è possibile richiedere al gestore telefonico di rimuoverla, rendendola quindi riservata e non più visibile. Altra soluzione è invece quella di iscriversi semplicemente al Registro Pubblico delle Opposizioni, in modo da rendere il primo recapito ancora consultabile ma non più utilizzabile a fini promozionali.

 

LEGGI ANCHE: Il messaggio spam truffaldino di Whatsapp sulle videochiamate

 

COME BLOCCARE LE CHIAMATE DEI CALL CENTER: IL REGISTRO –

Il Registro Pubblico delle Opposizioni, gestito dal Ministero dello Sviluppo Economic, è stato istituito, nel 2010, appositamente a tutela degli abbonati che non vogliono ricevere chiamate pubblicitarie, ma che vogliono ancora comparire nei tradizionali elenchi. Con l’iscrizione l’utente esercita il diritto, previsto dal Codice della Privacy, ad opporsi al trattamento dei suoi dati personali a fini promozionali. 
Il servizio è gratuito e vi si può accedere tramite cinque modalità: modulo elettronico sul sito, posta elettronica, telefono, lettera raccomandata o fax.

COME BLOCCARE LE CHIAMATE DEI CALL CENTER: IL CONSENSO NEGATO –

Un caso particolare è quello in cui la propria utenza telefonica non compare sugli elenchi ma si ricevono ancora diverse chiamate pubblicitarie. Se il recapito è riservato, non è possibile l’iscrizione nel Registro delle Opposizioni e, di conseguenza, per evitare le telefonate dai call center bisogna esercitare i normali diritti del Codice della Privacy chiedendo direttamente al promotore chi è il titolare del trattamento, come ha ricevuto i dati ed eventualmente chiedere la cancellazione.

 

LEGGI ANCHE: Jobs Act, i co.co.pro. rimangono per i call center

 

COME BLOCCARE LE CHIAMATE DEI CALL CENTER: I MODULI –

Va precisato inoltre che, una volta prestato il proprio consenso al trattamento dei dati, si può sempre cambiare idea ed evitare l’invio di messaggi (mail, fax, posta cartacea) e le telefonate. In nessun modulo, sia on line che cartaceo, può avere già contrassegnata la casella del trattamento dei dati personali a fini promozionali: la fornitura di un prodotto e di un servizio – spiega ancora Baroni su La Stampa –  non può essere vincolata al consenso per l’invio di messaggi pubblicitari.

(Foto di copertina da archivio Ansa)