|

Quanto sono sporchi i nostri smartphone

Avete pulito recentemente il vostro smartphone? Sarebbe consigliabile farlo subito e spesso, come mostra uno studio condotto da un gruppo di studenti dell’università di Surrey. Visto che Whatsapp, Facebook o Instagram sono compulsati molto frequentemente e in molti luoghi diversi, le nostre mani non pulite e non solo lasciano tracce sul nostro schermo. Secondo diverse ricerche un sesto dei telefoni cellulari presenta tracce di feci.

SMARTPHONE E SPORCIZIAIl quotidiano inglese The Daily Telegraph spiega un esperimento condotto dall’università di Surrey sugli smartphone. L’obiettivo della ricerca era capire quanto fosse pulito lo schermo dei telefoni cellulari che una parte sempre più consistente della popolazione utilizza ormai in ogni momento della giornata. Con la smartphone si telefona, si naviga su internet così come si guardano i social media. si gioca o si ascolta la musica; azioni che non compiamo dopo aver lavato le nostre mani su un tavolo appena pulito. Lo studio dell’università di Surrey si è svolto disponendo gli smartphone degli studenti sopra le piastre di Petri, attraverso cui sono state prelevati alcuni campioni microbiologici degli schermi. I campioni sono stati conservati a 37 gradi nei laboratori, e dopo questo lasso temporale è stata registrata una consistente crescita della presenza batterica.

LEGGI ANCHE

SMARTPHONE E BATTERI – La maggior parte dei batteri ritrovati sugli schermi degli smartphone non sono pericolosi, e si trovano naturalmente sulla pelle così come in altre parti del corpo, ma in diversi casi invece sono state riscontrate presenze “pericolose”. Il test ha infatti rilevato la presenza dello Staphylococcus aureus, un batterio che vive nella mucosa nasale e che può provocare infiammazioni polmonari così come avvelenamenti da cibo. Un altro batterio che è stato riscontrato frequentemente sulla superficie degli smartphone è il Bacillus mycoides- Per il biologo molecolare Simon Park, l’organizzatore di questo esperimento, lo smartphone è un oggetto che racconta la storia dei contatti personali e fisici di colui che lo possiede. Per questo motivo è altamente consigliabile pulirlo con regolarità, con micropanni capaci di ridurre fortemente la presenza batterica.

Photo credit: Sean Gallup/Getty Images