Arresti in Lombardia per operazione antimafia: ci sono gli esponenti di Forza Italia Tatarella e Altitonante

di Redazione | 07/05/2019

antimafia Lombardia
  • Operazione antimafia scattata alle prime ore dell'alba in Lombardia

  • 43 arresti eccellenti, tra questi alcuni esponenti di Forza Italia

Ci sono anche nomi eccellenti nell’operazione antimafia Lombardia. Sono state eseguite ben 43 misure cautelari in tutta la regione, ma gli indagati sarebbero 95. Tra gli arrestati anche nomi illustri della politica lombarda: ci sono Pietro Tatarella, consigliere comunale a Milano in quota Forza Italia, e Fabio Altitonante sottosegretario sempre di Forza Italia alla regione Lombardia.

In modo particolare, Tatarella sarebbe accusato di aver preso 5.000 euro al mese da un imprenditore per favoreggiamento nell’inserimento delle gare d’appalto in Amsa Varese e Novara. Inoltre, la parte offesa sarebbe il governatore della Lombardia Attilio Fontana. Quest’ultimo non avrebbe percepito come corruttivi i tentativi di alcuni esponenti forzisti come ispirazione a commettere reato. Per questo motivo, non avrebbe denunciato i fatti e non risulterebbe nel registro degli indagati.

Antimafia Lombardia, arresti eccellenti di politici di Forza Italia

Tutti gli indagati devono rispondere a vario titolo delle gravi accuse di associazione per delinquere aggravata dall’aver favorito un’associazione di tipo mafioso, corruzione e turbata libertà degli incanti, finalizzati alla spartizione e all’aggiudicazione di appalti pubblici. Le operazioni sono state eseguite dai carabinieri di Monza e dalla Guardia di Finanza di Varese.

Una richiesta di arresto sarebbe stata fatta anche per il parlamentare di Forza Italia Diego Sozzani: su questa bisognerà attendere però l’autorizzazione a procedere della giunta immunità e poi della Camera stessa. Il politico azzurro è accusato di finanziamento illecito ai partiti.

L’infiltrazione delle associazioni criminali nella politica Lombarda

L’operazione mostra ancora una volta i legami della criminalità con la politica in Lombardia, scoperchiando un vero e proprio vaso di Pandora, come spesso avvenuto in questi ultimi anni nel nord Italia. Le infiltrazioni di associazioni a delinquere nei palazzi della politica sembrano ormai all’ordine del giorno. L’elenco degli arresti è lunghissimo.

La maxi retata di carabinieri e Guardia di Finanza ha coinvolto ben 250 uomini che si stanno muovendo, per dar seguito alle ordinanze disposte dal giudice Raffaella Mascarino tra le province di Milano, Varese, Monza e Brianza, Pavia, Novara, Alessandria, Torino e Asti.

FOTO: ANSA

TAG: Antimafia