Lo ‘scherzo’, finito male, de Le Iene sul tradimento tra due ex protagonisti di Uomini e Donne

di Enzo Boldi | 13/05/2020

Andrea Zelletta e Natalia Paragoni

Uno scherzo che ha fatto storcere il naso a molti. Nella puntata di martedì 12 maggio de Le Iene, è stato mandato in onda un servizio in cui si provava a ‘testare’ la solidità di un rapporto d’amore nato sotto le luci dei riflettori di Uomini e Donne, il fortunato love-reality di Mario De Filippi. I protagonisti, lui consapevole mentre lei no, sono stati Andrea Zelletta e Natalia Paragoni. Ma la vicenda ha preso delle pieghe molto pericolose, tutto per colpa di un tradimento (non reale, ma costruito ad arte) che ha rappresentato la scintilla: schiaffi, tirate di capelli e ginocchiate nei confronti del ragazzo.

LEGGI ANCHE > Le Iene in versione virtuale tornano con ottimi ascolti tv, soluzione per il futuro?

Quel crudele scherzo de Le Iene è disponibile online sul sito della trasmissione andata in onda su Italia 1. Andrea Zelletta e Natalia Paragoni si sono conosciuti, corteggiati e innamorati durante Uomini e Donne. Lui, d’accordo con il programma, ha finto di aver avuto una amante nel corso della quarantena, cosa scoperta dalla giovane ragazza per via di un regalo recapitato a casa.

Andrea Zelletta e Natalia Paragoni, lo ‘scherzo’ de Le Iene

La trama è quella classica, con tutti i cliché del tradimento. Lei lo scopre, lui all’inizio prova a negare per poi dover ammettere di fronte alle evidenze. Una brutta botta emotiva per la giovane che reagisce in malo modo, il tutto ripreso dalle telecamere nascoste. Prima gli schiaffi, poi i pugni, i capelli tirati e, infine, una ginocchiata nella zona più dolorosa per un uomo. Una scena che i social non hanno apprezzato.

La violenza e la crisi

Ma l’attenzione non si sposta solamente sulle scene di violenza. In molti hanno, infatti, sottolineato come Natalia Paragoni abbia avuto una vera e propria crisi isterica e di panico dopo aver scoperto quel tradimento, che poi si rivelerà finto.

 

 

 

(foto di copertina: da Le Iene del 12 maggio 2020)

TAG: Le Iene