Amadeus apre al bis per Sanremo 2021: “Devo riflettere su me stesso”

di Thomas Cardinali | 13/02/2020

Amadeus presenta Sanremo 2020

Amadeus è tornato ai Soliti Ignoti, dove lo ha accolto a sorpresa il suo amico Rosario Fiorello con tanto di parrucca di Maria De Filippi, ma la mente è ancora indelebilmente al trionfo di Sanremo 2020. La stanchezza si fa sentire dopo la luna maratona della kermesse, ma la soddisfazione è davvero tanta  e il conduttore ha esplorato questa grande felicità ai microfoni di RTL:

 “La felicità è data da una serenità che uno acquisisce, da un clima bello, dalle persone che ti vogliono bene, anche non quelle che hai comunemente vicino sempre in tutti i momenti positivi e negativi ma l’affetto della gente che è tantissimo. quello ti dà uno stato di felicità notevole. La felicità è data anche da un lavoro fatto bene, sono tante cose: il lavoro, lo sport, la passione, la soddisfazione per un obbiettivo raggiunto. Abbiamo diritto a provare ad essere felici”.

I numeri di Sanremo 2020 sono straordinari, ma la vera soddisfazione per Amadeus è stata realizzare il festival che aveva sempre sognato sin da agosto 2019, quando Teresa De Santis e la Rai lo scelsero come conduttore  e direttore artistico:

Quando io ho cominciato a lavorare a Sanremo già ad agosto avevo le idee ben chiare, ho perseguito questo obiettivo ed ho fatto il festival che volevo fare, malgrado le polemiche che capivo essere assolutamente sterili perché io so come sono. Io ero tranquillo, sereno e non ho mai avuto una reale preoccupazione perché stavo per fare la cosa che ho sempre sognato per tutta la vita. Ero tranquillo e mi sono goduto questo momento che resterà  per me indimenticabile”.

La domanda che tutti si sono fatti, ancor prima che il festival si concludesse era relativa al prossimo anno. Amadeus apre al bis per Sanremo 2021, ma chiede tempo:

Ci vuole pazienza. In questo momento qualsiasi mia risposta positiva potrebbe essere dettata dall’entusiasmo e quindi è pericolosa e qualsiasi decisione negativa potrebbe essere dettata dalla stanchezza e pertanto essere altrettanto pericolosa. Adesso devo prendermi qualche giorno di tempo per poi riflettere, è pur vero che per come sono fatto io sono felice di essere tornato alla mia quotidianità fatta del mio Soliti Ignoti, dalla famiglia e dalle cose che amo fare quotidianamente. Sanremo è un grande evento e se uno deve prepararlo come un evento è difficile farlo per due anni consecutivi. Però attendo di capire da me stesso, dopo qualche giorno di riposo, che cosa è meglio fare per il Festival, per me e per tutti quanti. Bisogna avere la mente carica per poterne fare un altro nel migliore dei modi perché i risultati, ovviamente, capodanno l’obbligo di doverlo fare, quando sarà un altro, al meglio”.

Non è una porta chiusa dunque, ma Amadeus apre al bis per Sanremo 2021 seppur dopo un periodo di relax perché è stata una vera e propria maratona in cui il conduttore ha vinto la medaglia d’oro.