Agcom sanziona il Sanremo di Amadeus: «Non è stata garantita la dignità femminile»

21/02/2020 di Gaia Mellone

Sanremo 2020 si è concluso, ma non le polemiche. Il Festival della canzone era iniziato con forti polemiche per le parole di Amadeus in conferenza stampa sull’ormai famoso “passo indietro” di Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi. Sul palco dell’Ariston sono state fatte anche battute per tentare di superare quello che il conduttore aveva detto essere stato un equivoco e un fraintendimento, e in più occasioni è stato ribadito che questa edizione sarebbe stata in onore delle donne. Questa edizione ha infatti segnato il record di presenze femminili, con Rula Jebreal, Diletta Leotta, Sabrina Salerno, Francesca Sofia Novello, Laura Chimenti, Emma D’Aquino e Gessica Notaro che a turno hanno affiancato il conduttore. Eppure l’Agcom sembra pensarla diversamente.

Agcom sanziona il Sanremo di Amadeus: «Non è stata garantita la dignità femminile»

LEGGI ANCHE> Francesca Sofia Novello: «Ho detto io ad Amadeus che sto un passo indietro» | VIDEO

Al seguito di diverse segnalazioni, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha emesso una sanzione di 1,5 milioni di euro contro la Rai, che durante Sanremo 2020 «è stata carente nella particolare responsabilità richiesta al servizio pubblico di garantire la “dignità della persona” e nella rappresentazione dell’immagine femminile». «Si evidenzia che sono pervenute all’Autorità diverse segnalazioni che lamentavano la scorretta rappresentazione dell’immagine femminile e il ruolo stereotipato della donna nelle trasmissioni Rai – scrive l’Agcom – Anche in questo caso è stata verificata una carenza della particolare responsabilità richiesta alla Rai nella garanzia della dignità della persona e nella rappresentazione dell’immagine femminile».

La Rai operò è pronta a rispondere per le rime: nella motivazione della sanzione non verrebbero citati «episodi specifici», e per questo non è chiaro se i riferimenti siano legati alle parole dette da Amadeus in conferenza stampa prima dell’inizio della kermesse musicale o alle polemiche scatenate dalla partecipazione di Junior Cally, accusato di sessismo per via dei testi di alcune vecchie canzoni.

(Credits immagine di copertina: Facebook Festival di Sanremo)

Share this article