Roma bus
|

Il caos dei trasporti a Roma, è fermo un bus su tre

Lo stato del trasporto pubblico a Roma settimana dopo settimana si conferma preoccupante. Soprattutto quello di superfice. Dopo verifiche all’Atac dell’assessora alla Mobilità del Campidoglio Linda Meleo nella rimessa di Portinaccio è emerso che un bus su tre è fermo. Ieri sono entrati in servizio 150 autobus, e 100 sono rimasti fermi, 50 sarebbero da rottamare. Ne parlano Lorenzo D’Albergo e Flaminia Savelli su Repubblica:

C’è il bus fermo in rimessa con il radiatore fuori uso, quello che a causa delle buche ha l’impianto di aria condizionata ko. Poi ci sono gli autisti seduti al bar, a guardare i colleghi al volante dei (pochi) mezzi a disposizione di Atac. I numeri, a scuole aperte, sono impietosi: a Roma dovrebbero circolare 1.500 bus al giorno, quelli effettivamente operativi sono 1.200 e, causa guasti, il contingente si riduce quasi ogni giorno a circa 900 unità. Il 32 per cento dei mezzi è al palo: i motori sono in sofferenza.

In proporzione, l’emergenza si ripresenta anche nella rimessa di Portonaccio: ieri mattina, come hanno potuto constatare l’assessora alla Mobilità Linda Meleo e il consigliere M5S e presidente della commissione trasporti Enrico Stefàno, sono entrati in servizio soltanto 150 mezzi. Altri 100 sono al tappeto. E la metà di questi è arrivata a fine vita. Quasi 50 bus sono da rottamare, irrecuperabili anche se affidati alle cure del più bravo meccanico in circolazione. Lavorerebbe comunque senza i ricambi necessari. Ed è qui che si apre il confronto tra l’assessora e il management uscente. Secondo la delegata ai trasporti della sindaca Raggi, il caos è tutto imputabile all’ormai ex dg Marco Rettighieri.

 

LEGGI ANCHE: Giachetti: «La mia vittoria sarebbe stata la vera discontinuità, alcuni nel PD la temevano»

 

BUS IN ARRIVO

Meleo ha attaccato l’ex amministratore per il mancato pagamento dei fornitori negli ultimi mesi. Rettingheri ha risposto alle critiche ricordando lettere inviate al Comune per avvertire dello stato manetuntivo pessimo dei mezzi e della mancanza di risorse. Il botta e risposta ha riguardato anche l’acquisto di 150 bus in leasing da Romana Diesel:

Ieri l’assessora ha attribuito al Campidoglio a 5Stelle la paternità dell’operazione: «Abbiamo sbloccato il contratto di leasing, in stand-by da mesi e mesi, per i nuovi 150 bus. A novembre arriveranno i primi 40 mentre entro marzo contiamo di averli tutti in circolazione per le strade della Capitale». Anche in questo caso, la risposta della vecchia governance non si è fatta attendere: «L’acquisto dei nuovi bus è arrivato grazie al nostro lavoro — spiegano Rettighieri e Brandolese — e lo stallo è stato sbloccato con le nostre forze».

(Foto di copertina: ANSA / MASSIMO PERCOSSI)

TAG: Atac, Atac Roma