Pensione di reversibilità
|

Pensione di reversibilità, anche Padoan rassicura: nessun taglio

Pensione di reversibilità. Dopo le rassicurazioni del ministro del Lavoro Giuliano Poletti anche il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan garantisce che non ci saranno tagli agli assegni per i familiari superstiti. «Il governo non ha allo studio alcun intervento sulle pensioni di reversibilità. Tutti i trattamenti restano intatti», ha detto ieri nel corso del question time alla Camera dei deputati. Ne parla Enrico Marro sul Corriere della Sera:

Il caso era scoppiato quando le opposizioni e il presidente della commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano (Pd), avevano osservato che nel disegno di legge delega sul contrasto alla povertà, che il governo ha recentemente presentato in Parlamento, è previsto un riordino delle prestazioni assistenziali e di quelle previdenziali legate al reddito. E tra queste ultime rientrano anche le pensioni di reversibilità, benché non siano esplicitamente menzionate del disegno di legge. La polemica era sorta sul fatto che il provvedimento prevede, come criterio generale, che le prestazioni future (non quelle in essere) non siano più legate al reddito ma all’Isee, l’indicatore che tiene conto di tutta la ricchezza familiare (redditi, risparmi, investimenti, immobili). Ci sarebbe quindi stato il rischio di una stretta sui requisiti. Rischio che, dopo la doppia smentita (Poletti, Padoan), dovrebbe essere caduto.

 

Pensione di reversibilità, a chi spetta
Pensione di reversibilità, come fare la domanda

 

(Foto di copertina: ANSA / GIUSEPPE LAMI)