Valentina Nappi come Freddy Krueger contro Matteo Salvini: «Felice di guastarti il sonno Ministro»

di Gaia Mellone | 07/08/2019

Valentina Nappi come Freddy Krueger contro Matteo Salvini: «Felice di guastarti il sonno Ministro»
  • Valentina Nappi aderisce alla campagna social contro Matteo Salvini

  • Nella didascalia del post si capisce cosa c'entra Freddy Krueger

  • La critica al decreto con due facce: propaganda e repressione preventiva

Anche la pornoattrice Valentina Nappi si unisce al coro di chi critica Matteo Salvini e il Decreto Sicurezza Bis. Ripubblicando su Instagram un post di Viola Carofalo di potere al popolo in cui evidenziano le due facce del decreto: «Propaganda e Repressione preventiva». Nel post spiegato anche cosa c’entra Freddy Krueger.

Valentina Nappi come Freddy Krueger contro Matteo Salvini: «Felice di guastarti il sonno Ministro»

Freddy Krueger è un personaggio del cinema horror: ispirato ad un serial killer reale, ossessionato soprattutto dagli infanticidi, è l’antagonista nella serie “nightmare”, incubi. E sono proprio gli incubi che Valentina Nappi vuole dare a Matteo Salvini. La pornoattrice ha infatti ripubblicato su Instagram un post virale partito dalla politica di Potere al Popolo Viola Carofalo, che inizia proprio con l’augurio «Felici di guastarti il sonno, Ministro!». La forma di protesta via social analizza i due volti del Decreto Sicurezza Bis. Da un lato la propaganda: «inventi un’emergenza (i ne*ri che rubano, che vivono a scrocco, che violentano le “nostre” donne e che, in tutto questo, trovano anche il tempo di rubarci il lavoro), fingi di risolverla, autorappresentanti come salvatore della patria» si legge nel testo del post. Dall’altro l’alto invece la «repressione preventiva». Con il Decreto Sicurezza Bis si nascondono i veri problemi, e cioè «la mancanza di lavoro (e di lavoro “buono”, sano e stabile), il sistema scolastico e sanitario fatti a pezzi, le speculazioni ambientali che avvelenano noi e la nostra terra». Matteo Salvini, secondo la campagna virale, sa che il decreto non risolverà «i nostri veri problemi» e cerca quindi di «limitare il diritto a dissentire» nei luoghi dove sale la tensione e nasce la protesta: «sui posti di lavoro, nelle scuole e nelle periferie».
Ma cosa c’entra Freddy Krueger? è presto detto. «Questa è stata per molti una nottata di brutti pensieri e incubi» si legge ancora nel post, che però porta una piccola consolazione. «Se si è battuto per far passare un decreto come questo – continua la captino del post su Instagram –  vuol dire che anche le sue notti non sono molto tranquille e che, se lui è il nostro incubo, noi siamo il suo». Ed ecco allora che Valentina Nappi, Viola carotalo e le altre ospitano i sogni di Matteo Salvini, non come gentili visitatrici, ma come uno dei suoi incubi peggiori.

View this post on Instagram

#Repost from @viola_carofalo by @quicksave.app ・・・ Felici di guastarti il sonno, Ministro! Il decreto sicurezza bis ha due facce: propaganda e repressione preventiva. Sulla propaganda tanto si è detto e scritto: inventi un'emergenza (i ne*ri che rubano, che vivono a scrocco, che violentano le "nostre" donne e che, in tutto questo, trovano anche il tempo di rubarci il lavoro), fingi di risolverla, autorappresentanti come salvatore della patria. Sulla repressione preventiva invece si dice poco, pochissimo e non a caso. Ma si fa parecchio. Perché i problemi veri vanno nascosti: la mancanza di lavoro (e di lavoro "buono", sano e stabile), il sistema scolastico e sanitario fatti a pezzi, le speculazioni ambientali che avvelenano noi e la nostra terra. Salvini e i suoi sanno che con la propaganda non si mette il piatto a tavola, che far annegare la gente in mare non risolverà i NOSTRI veri problemi. Sa che il rischio che sui posti di lavoro, nelle scuole e nelle periferie la protesta cresca è più che concreto e allora, con questo decreto, cerca di impedirlo. Inasprisce le pene, cerca di limitare il diritto a dissentire. Questa è stata per molti una nottata di brutti pensieri e incubi. Con una sola, piccola, consolazione: se si è battuto per far passare un decreto come questo vuol dire che anche le sue notti non sono molto tranquille e che, se lui è il nostro incubo, noi siamo il suo. P.s. in tutto questo il PD non perde l'occasione di essere ridicolo (e pericoloso) rincorrendo il caro Ministro e sgomberando l'XM24! #InstaSaveApp #QuickSaveApp

A post shared by Valentina Nappi (@instavalentinanappi) on

(Credits immagine di copertina: Instagram instavalentinanappi)