Roberto Formigoni condannato a 6 anni di carcere per corruzione

di Redazione | 22/12/2016

Roberto Formigoni condanna

Roberto Formigoni condannato a 6 anni di carcere per il caso Maugeri. L’ex presidente della Lombardia, attuale senatore di Nuovo Centrodestra, è stato giudicato colpevole di corruzione per quanto riguarda le attività della fondazione Maugeri. Secondo il tribunale di Milano Formigoni avrebbe garantito appalti all’azienda sanitaria che si occupa principalmente di riabilitazione, ottenendo in cambio diversi favori economici.

ROBERTO FORMIGONI CONDANNATO

Un nuovo caso di corruzione scuote la politica italiana. Il protagonista è Roberto Formigoni, ex presidente della Lombardia e in passato esponente di spicco del centrodestra nazionale, attuale senatore di Ncd, che è stato condannato dalla decima sezione penale del tribunale di Milano. Formigoni è stato interdetto, come pena accessoria, dai pubblici uffici per 6 anni, mentre gli sono stati confiscati beni per oltre 6 milioni di euro. Sentenze più pesanti sono state spiccate nei confronto di Pierangelo Daccò e l’ex assessore lombardo Antonio Simone, che sarebbero i collettori materiali delle tangenti.

ROBERTO FORMIGONI CONDANNATO PER CASO MAUGERI

Il Tribunale di Milano ha disposto a carico di Roberto Formigoni la confisca della quota del 50% di una villa in Sardegna ad Arzachena. All’ex presidente lombardo non sono state riconosciute le attenuanti generiche, mentre è stata esclusa l’aggravante di concorso nel reato di cinque o più persone che gli era contestata. Nei suoi confronti è inoltre caduta l’associazione a delinquere che invece i magistrati hanno attribuito a Pierangelo Daccò, per l’ex assessore lombardo Antonio Simone e per l’ex direttore amministrativo Costantino Passerino.