Roaming abolito in Europa da giugno 2017

di Redazione | 30/06/2015

roaming

Roaming, sarà abolito in tutta Europa a partire da giugno 2017, ma già da aprile 2016 le novità introdotte dalle istituzioni dell’Unione inizieranno a farsi sentire in termini di vantaggio per i cittadini. Saranno aboliti, è l’intesa raggiunta dalla Commissione dopo sessioni di negoziati anche estenuanti, “i costi aggiuntivi del roaming”.

ROAMING ABOLITO IN EUROPA

Il roaming, ricorda il Corriere della Sera, è “quell’accordo tra due o più società di gestione del servizio di telefonia mobile (che possono operare nello stesso Paese o in Paesi diversi) che permette agli utenti di usare anche la rete delle altre in caso di necessità: è quello che permette ad esempio quando andiamo all’estero di utilizzare il nostro cellulare anche se il nostro operatore non «copre» l’area”. Dal 2017 tutti i costi aggiuntivi per il roaming saranno aboliti, mentre già dal 2016 ci saranno degli sconti importanti: le spese permesse dalle società telefoniche saranno vincolate “a un costo extra massimo di 0,05 euro al minuto per le chiamate, 0,02 per gli sms e 0,05 per megabyte per i dati; nel 2017, come dicevamo, questi sovraccosti saranno del tutto eliminati.

LEGGI ANCHE: Quale smartphone Android è più adatto a te? 

ROAMING DATI COSTI, COSA CAMBIA

“Sono stati ascoltati i cittadini europei, che hanno chiesto e aspettato per la fine dei sovraccosti del roaming così come per regole sulla neutralità di internet”, ha detto il vicepresidente della Commissione Europea con delega al Mercato Unico digitale Andrus Ansip. A proposito di net neutrality, l’Europa ha deciso quanto segue.

Con l’intesa di stanotte gli operatori dovranno trattare in modo equo tutto il traffico sul web, consentendo il rallentamento di alcuni servizi solo in casi limitati come per esempio un cyber-attacco o se si congestiona la rete. 

Stop dunque al rallentamento del traffico in ipotesi non deliberate; a favore degli operatori le clausole, cosiddette, di “uso equo”.

Per prevenire eventuali abusi da parte chi utilizzasse all’estero il proprio numero per motivi diversi dal viaggiar, verranno introdotte clausole di salvaguardia che consentiranno agli operatori di recuperare i costi.

TAG: Roaming