Reddito di cittadinanza, come si vive con mille euro al mese presi per non far nulla

di Andrea Mollica | 01/02/2016

Reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza

una fondazione di Berlino sta conducento un esperimento per testare questo nuovo strumento di assistenza. Chi vince una lotteria ha diritto a ricevere mille euro al mese per un anno, senza dover lavorare o svolgere alcuna controprestazione. Una pratica del reddito universale di cittadinanza, per testare i suoi effetti e le sue potenzialità.

REDDITO DI CITTADINANZA IN EUROPA

Da diversi anni in Europa si discute del reddito di cittadinanza, una possibile evoluzione, o sostituzione, del Welfare State. Il reddito universale di cittadinanza è l’erogazione, a tutti i cittadini, di un contributo monetario minimo per la sussistenza, che integri, o sostituisca, i servizi sociali erogati dallo Stato. La base teorica di questo nuovo strumento di aiuto alle persone è la crescente soppressione di posti di lavoro determinata dall’evoluzione tecnologica. L’automazione renderà più difficile l’occupazione, e di conseguenza lo Stato, invece di un sistema di Welfare basato sui versamenti dei lavoratori, deve preoccuparsi principalmente di fornire loro un reddito per vivere. In diversi Paesi europei ci sono iniziative in merito al reddito di cittadinanza universale. In Svizzera si voterà a giugno su un referendum che ne chiede l’introduzione, che ha ottenuto una sottoscrizione record di sostenitori, anche se è avversato dalla maggior parte dei partiti elvetici. In Germania, a Berlino, una fondazione in favore del reddito universale lo sperimenta nella realtà. Il sistema di finanziamento è volontario: su un sito così come grazie a campagne social si fa crowfunding, al fine di raccogliere donazioni per finanziare un anno di vita col reddito universale. Quando si raccolgono somme a sufficienza, si selezionano tramite una lotteria i beneficiari di questo strumento di assistenza tra gli stessi finanziatori. Chi vince l’estrazione della fondazione ha diritto a mille euro per dodici mesi.

LEGGI ANCHE

Come funzionano l’assegno di disoccupazione e il reddito minimo garantito in Italia e in Europa

REDDITO DI CITTADINANZA REQUISITI

La fondazione MGE( Mio reddito universale) ha finora raccolto fondi per finanziare 29 assegni di reddito universale. Uno dei vincitori di questa lotteria, Marc Wander, racconta a Die Zeit come è la sua vita in cui viene pagato mille euro al mese per non fare nulla. Marc Wander ha 28 anni, e dopo aver tentato due volte di studiare all’università ha iniziato a lavorare nonostante una malattia che lo debilita da ormai una decina d’anni. Da diverso tempo Wander si era messo in malattia permanente, uno stato che il Welfare tedesco copre per 18 mesi. Quando il suo assegno stava per scadere Marc Wander ha vinto la lotteria del reddito universale. Da allora ha ritrovato libertà e serenità, visto che non sente più la pressione esercitata dal Welfare, con le sue scadenze e i suoi obblighi, come quello di cercare un lavoro. La cura per se stesso a spese degli altri ha fatto bene a Marc Wander, che ha deciso di iscriversi di nuovo all’università per completare i suoi studi in psicologia quando il suo stato di salute glielo permetterà. La sua esperienza sembra ragione ai critici del reddito di cittadinanza, accusato di disincentivare in modo eccessivo le persone dalla ricerca di un lavoro. Michael Bohmyer, il promotore di questa sperimentazione, giudica però un successo l’erogazione del reddito universale. Sul blog della fondazione MGE si possono leggere le 29 storie di chi ha vissuto un anno con questo strumento monetario, e Boyhmer rimarca come nessuno sia rimasto con le mani in mano, rimarcando come la maggior parte delle persone abbiano sfruttato questa pausa finanziata per rientrare nel mercato del lavoro.