Qatar 2022: la prima volta dei Mondiali di calcio in inverno?

di Alberto Sofia | 08/01/2014

I Mondiali di calcio del 2022 in Qatar non si giocheranno tra giugno e luglio, bensì in inverno. Probabilmente «tra il 15 novembre e il 15 gennaio al più tardi». Ad anticipare la notizia è stato il segretario generale della Fifa, Jerome Valcke, nel corso di un’intervista alla radio francese France Info.

MONDIALI QATAR 2022: ESCLUSI I MESI DI GIUGNO-LUGLIO – Per la prima volta Valcke ha spiegato che il campionato mondiale verrà disputato «tra il 15 novembre e la fine di dicembre», quando il clima sarà «più favorevole». Non si tratta ancora di una decisione definitiva, dato che la ratifica arriverà forse a marzo (secondo altre fonti, invece, non prima del dicembre 2014, ndr), in occasione di un comitato esecutivo della Fifa. Eppure il segretario della Fifa è stato chiaro: già da ottobre la Federazione internazionale ha lanciato una consultazione sulle date del Mondiale 2022 del Qatar. Il motivo? In estate le temperature nell’emirato del Medio Oriente possono raggiungere i 50 gradi centigradi. Non proprio le condizioni ideali per giocare: «Saranno ascoltate tutte le parti in causa», ha aggiunto Valcke. Se la decisione sarà confermata, sarà la prima volta in cui i Mondiali di calcio si disputeranno in inverno. Da quanto, nel dicembre del 2010, la Fifa aveva assegnato a sorpresa l’organizzazione del campionato del mondo di calcio al Paese asiatico, si era aperto il dibattito sulla possibilità di giocare o meno in un’altra stagione, considerate le torbide temperature estive del Qatar. Non sono state le uniche polemiche, considerate le accuse di corruzione nel processo di assegnazione degli stessi Mondiali (il Qatargate sollevato da France Football) e quelle sulle condizioni di lavoro e lo sfruttamento degli operai nella costruzione di opere e stadi.

 

Lo spostamento della data dei Mondiali potrebbe però sollevare molti problemi, secondo France Info: dovranno essere spostate a loro volta altre competizioni calcistiche, così come si dovrà rinegoziare i diritti di trasmissione televisiva. E potrebbero sorgere incomprensioni e tensioni con le altre federazioni sportive, in particolare per gli sport invernali. Il Qatar, invece, non sembra preoccuparsi dell’ormai probabile spostamento: Hassan Al Thawadi, segretario generale del comitato organizzatore, aveva dichiarato poco tempo fa: «Abbiamo sempre detto che avremmo potuto organizzare il Mondiale in estate, ma se il calcio o la FIFA vogliono che questo sia tenuto in inverno, saremo felici e pronti».

MA LA FIFA… – La portavoce della Fifa, Delia Fischer, corregge il segretario generale Jerome Valcke e afferma che ancora nessuna decisione sulla data della Coppa del Mondo di Qatar 2022 e’ stata presa. La Fischer precisa, in una dichiarazione, che Valcke esprime solo «il suo punto di vista» in merito alla rassegna iridata. Il segretario generale della Fifa nel corso di un’intervista radiofonica con l’emittente France Info aveva detto: «I mondiali si disputeranno tra il 15 novembre e il 15 gennaio, al più tardi». La Fischer aggiunge che la Fifa sta parlando con tutte le parti interessate in merito a un eventuale spostamento della Coppa del Mondo dal tradizionale periodo estivo, ma come non ci sia alcuna fretta di prendere una decisione, perchè il torneo è distante ancora otto anni.