Offese a Paola Turci per il tweet sulle Olimpiadi: «Che ha fatto alla faccia? Sniffa la differenziata dell’umido in estate»

di Gianmichele Laino | 25/06/2019

Paola Turci
  • Paola Turci ha espresso una sua opinione sulle Olimpiadi 2026

  • Per questo motivo è stata oggetto di offese sul web

  • Ha pubblicato i messaggi offensivi su Twitter

In questo Paese, esprimere la propria opinione sta diventando un problema molto serio. Soprattutto per quanto riguarda le frasi che vengono pronunciate sui social network, dove manca completamente l’educazione digitale. Pensate, ad esempio, a quello che è successo alla cantante Paola Turci, una delle espressioni più originali del panorama musicale italiano.

Paola Turci e il suo commento sulle Olimpiadi 2026

Paola Turci ha voluto condividere la propria idea sui social network in merito all’assegnazione delle Olimpiadi 2026 a Milano-Cortina. Ovviamente, il paragone va fatto con la sua città d’origine, Roma. La Capitale poteva ottenere l’assegnazione delle Olimpiadi estive del 2024, ma l’opposizione della giunta di Virginia Raggi ha impedito che ciò avvenisse. Legittimo, quindi, provare un minimo di risentimento per ciò che poteva essere e non è stato.

Del resto, dal pomeriggio di ieri, il confronto tra Milano e Roma è stato alla base di molte discussioni sui social network. La cantante Paola Turci ha affermato lapidaria: «E a Roma vanno le Olimpiadi della monnezza». Per questa sua esternazione è stata presa di mira dagli haters:

Le offese a Paola Turci per le sue frasi sulle Olimpiadi 2026 e sulla monnezza a Roma

Un commento afferma «i tuoi tweet fanno quasi più schifo delle canzoni che canti» – scrive un utente. Tutto sommato, anche questo puà essere un giudizio soggettivo. Ma il peggio deve ancora venire. Perché qualcuno ha pensato di colpire Paola Turci sul personale: «Ma che ha fatto alla faccia? Sniffa la raccolta differenziata dell’umido in piena estate?» – ha scritto un altro utente di Twitter.

Una frase inaccettabile, soprattutto se si considera la storia personale di Paola Turci. Nel 1993, infatti, la cantante rimase vittima di un incidente stradale gravissimo, in seguito al quale le furono applicati oltre 100 punti di sutura al volto e che la portarono a sottoporsi a diversi interventi chirurgici. Paola Turci ha sofferto molto da questo punto di vista e un attacco personale su questa base sembra davvero inaccettabile. È stata la stessa cantante a postare su Twitter uno screenshot con i commenti peggiori ricevuti dopo la frase sulle Olimpiadi. Per questo motivo, in questi minuti, sta raccogliendo la solidarietà del popolo del web che crede ancora nei social network come luogo in cui esprimersi liberamente senza sottoporsi alla gogna mediatica.