Matteo Salvini guarda Montalbano e le reazioni non sono delle migliori

di Enzo Boldi | 12/02/2019

Matteo Salvini guarda Montalbano
  • Matteo Salvini ha twittato una selfie che lo ritrai davanti alla tv a guardare Montalbano

  • Il post ha scatenato diverse reazioni sui social per la sua scarsa coerenza

  • Il tema dei migranti è stato affrontato nella sceneggiatura della fiction Rai di Andrea Camilleri

Alla fine doveva accadere: Matteo Salvini, o chi per lui (il suo social media manager Luca Morisi), ha sbagliato un tweet. Non che gli altri fossero giusti, ma per la prima volta il post sui social del leader della Lega ha ottenuto la reprimenda bipartisan. Il tema della serata di lunedì – prima della messa in onda della sua intervista con Bruno Vespa a Porta a Porta – è stato il Commissario Montalbano, con tanto di volto sorridente davanti alla televisione immortalato in una immancabile selfie.

«Io adoro Montalbano», con l’emoticon della faccia sorridente. È questo il tweet con cui si è inaugurato il lunedì sera di Matteo Salvini. Il tutto accompagnato dalla solita foto: lui davanti alla tv mentre dietro scorrono le immagini del commissario interpretato da Luca Zingaretti e mosso dalla penna di Andrea Camilleri. Peccato che, quest’anno, l’ineffabile Montalbano affronti un tema molto delicato e assai caro – per un verso o per l’altro – al leader della Lega: la tratta dei migranti.

 

Matteo Salvini guarda Montalbano

Un tweet che potrebbe essere anche la solita provocazione social da parte del ministro dell’Interno, che spesso e volentieri si diletta nello schernire – sempre con un sorriso (a tratti provocatorio) – il mondo dei social per creare dibattito attorno alla sua figura. E le reazioni non sono mancate.

 

La puntata sui migranti

Poi, c’è anche chi ricorda a Matteo Salvini come il tema principale di questo Montalbano sia la questione migranti, i porti aperti e la gestione dell’emergenza umanitaria nel Mediterraneo. Insomma, temi che hanno visto come protagonista proprio il leader della Lega.

 

(foto di copertina: da profilo Twitter di Matteo Salvini)