Daniela Martani discute con Pregliasco: «I vegani non prendono il Covid»

Si scaldano gli animi a Mattino Cinque parlando del Covid e dell'alimentazione vegana

di Ilaria Roncone | 18/09/2020

Il surreale dibattito, se così lo vogliamo chiamare, a Mattino Cinque tra Daniela Martani e il professor Pregliasco si basa sulla pretesa della prima di essere un’evidenza scientifica: vegana da trent’anni, i suoi esami sono perfetti e non prende mai un raffreddore. Tutto questo per sostenere – parlando con uno scienziato – che i vegani non prendono il coronavirus per via della loro alimentazione. Il discorso è in realtà più complesso di così e Pregliasco spiega il ruolo dell’alimentazione corretta per difendersi dalle malattie chiarendo però anche che essere vegani non protegge dal Covid.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, per il virologo Pregliasco «la storia dell’epidemia va riscritta»

Martani a Pregliasco: «Io in assembramenti senza mascherina e non ho il Covid»

«Sono stupita dal dottor Pregliasco, dovrebbe conoscere uno studio internazionale che si sta avviando e definisce la coercitina – molecola presente negli alimenti vegetali – inibitore del Sars-Covid-2»: parte per la tangente, Daniela Martani. Immediatamente il dottor Pregliasco stesso e Federica Panicucci la contraddicono. L’atteggiamento di Daniela Martani, che chiede di «essere un caso studio», non viene apprezzato dalla conduttrice né dagli ospiti in studio, in primis Cecchi Paone, che chiede all’ex concorrente del GF di non assumere un atteggiamento arrogante parlando con lo scienziato: «Non ti permettere di dare lezioni a Pregliasco». Anche Federica Panicucci si spazientisce: «Non voglio parlare di te come negazionista del Covid oggi, voglio parlare del veganesimo».

Pregliasco: «Alimentazione importante ma non può essere la prima linea per la prevenzione»

Martani sostiene che si parla troppo poco di alimentazione e sistema immunitario preferendo, quando si tratta di Covid, utilizzare vaccini e Dpi: «Bisogna anche parlare di quello che si mangia perché l’alimentazione è fondamentale per la nostra salute». Aspettando che tutti abbiano detto la loro, Preglisco interviene chiarendo che è a conoscenza di tutto quello che la Martani sta dicendo: «Posso essere d’accordo sulla fondamentale importanza di un’alimentazione equilibrata che possa fornire elementi come ferro, zinco, vitamine e proteine che devono essere le più variegate possibili». Parlando degli studi sulla coercetina e sugli alimenti vegetali per il sistema immunitario: «Sicuramente alcuni alimenti di origine vegetale sono importanti nell’incremento delle difese immunitarie. Si tratta di elementi complementari che non risolvono il problema e non possono essere la prima linea della prevenzione del Covid ma un’alimentazione corretta è fondamentale». Parlando nello specifico di vegani e vegetariani aggiunge: «In questi ambiti è difficile mantenere quell’equilibrio e la possibilità di avere tutti i nutrienti».