La strana storia dell’emendamento 5 stelle sulle unioni civili figlio di nessuno

di Stefania Carboni | 27/05/2015

Unioni civili ddl Cirinnà

“Al comma 1 dopo la parola testimoni aggiungere le seguenti «a patto che abbiano la stessa residenza e convivano ininterrottamente da almeno tre anni»”. Dopo gli emendamenti di Giovanardi e Malan sulle unioni civili arrivano anche le “stranezze” proposte dal Movimento 5 stelle. L’emendamento in questione, che sta facendo il giro della rete, è firmato dalla senatrice pentastellata Serenella Fucksia con la collega di aula Enza Blundo. Nel giro di poco tempo c’è chi fa notare l’ambigua modifica alla senatrice marchigiana, su Facebook.

UNIONI CIVILI. «UNA FIRMA PUO’ FINIRE SULL’EMENDAMENTO SBAGLIATO»

– «Complimentoni vivissimi per questo emendamento fantastico…lo ritiri», le chiede Domenico. Lei replica parlando di un disguido. «Non lo condivido neanche io». E aggiunge: «La ratio è nell’evitare situazioni furbe….quando si fa una legge occorre prevedere sia il buono che si vuole tutelare e disciplinare, sia il possibile cattivo uso. La sen. Blundo voleva mettere paletti di tutela in questo senso». Poi, davanti al flame di commenti, chiude così:

Rocco, se faccio un emendamento ad un articolo vuol dire che ci credo e pertanto ha un senso. Se ne sottoscrivo uno non mio, vuol dire che lo condivido. Poiché in Senato ed anche nel gruppo, siamo l’ufficio complicazioni cose semplici, può capitare, come ora un disguido per cui una firma finisce su un emendamento sbagliato. Poiché è ancora lungo l’iter c’è il tutto il tempo di correggere etc….Spesso alcuni emendamenti hanno una finalità politica ovvero sono strumentali a discussioni, riflessioni….

LEGGI ANCHE: Unioni civili, prime aperture della Chiesa? Kasper: “Il bene va riconosciuto”

UNIONI CIVILI, AIROLA: «EMENDAMENTI RITIRATI, ERANO POSIZIONI PERSONALI»

– Chi ha posto la soluzione definitiva al “disguido”? Il senatore Alberto Airola che ieri pomeriggio ha specificato in rete:

Ribadisco che il M5S voterà a favore del ddl Cirinnà sulle unioni civili. Gli emendamenti delle Sen Blundo e Fucsia sono ritirati perché esprimono posizioni personali e non in linea con la posizione del M5S ratificata dagli iscritti al Blog. Non voteremo la legge solo se parte del PD, di NCD, di FI ridurranno i risicati diritti che già da anni aspettiamo presenti nel testo. Ci siamo sempre battuti con serietà e passione per i diritti civili e continueremo a farlo, sempre.

Emendamenti creati da “disguidi” con l’ufficio legislativo, firme che cadono sulle righe sbagliate e dall’altra modifiche che invece, alla luce del rumore creato, finiscono per esser ritirate perché “frutto di posizioni personali”. Tutto chiaro no?

(In copertina una immagine del Celebration Day a Roma. Foto ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)