Ladro ucciso, parla il fratello della vittima: «Io e la mia famiglia perdoniamo Mario Cattaneo»

di Redazione | 13/03/2017

ladro ucciso

«Io e la mia famiglia perdoniamo Mario Cattaneo davanti a Dio: non vogliamo vendetta ma solo giustizia». Si è espresso così oggi Victor Ungureanu, fratello di Petru, il rumeno di 28 anni ucciso nella notte tra giovedì e venerdì dopo aver consumato un furto nell’osteria Dei Amis di Casaletto Lodigiano (in provincia di Lodi). Il fratello delle vittima ha parlato ai microfoni della Rai fuori dall’istituto di medicina legale di Pavia dove era in corso l’autopsia sul corpo del fratello. Il ristoratore Mario Cattaneo, dal cui fucile è partito il colpo che ha raggiunto il malvivente, è indagato per omicidio volontario.

 

LEGGI ANCHE > «Mio padre non voleva uccidere il ladro, ora abbiamo paura di ritorsioni»

 

LADRO UCCISO, ANALISI DELLE VIDEOCAMERE DI SORVEGLIANZA

Le indagini in relazione alla morte del ladro dopo l’assalto all’osteria si stanno concentrando sull’analisi delle videocamere di sorveglianza collocate tra i territori di Casaletto Lodigiano, Bascapè (Pavia) e comuni limitrofi. Questa analisi viene ritenuta fondamentale per cercare di arrivare presto ad assicurare alla giustizia la banda che ha agito a Casaletto.

LADRO UCCISO, RACCOLTA FIRME IN DIFESA DEL RISTORATORE MARIO CATTANEO

Intanto si estende la raccolta firme voluta dagli amici di Mario Cattaneo. Se fino ad oggi i fogli per firmare erano presenti solo nel bar Carpe Diem di caselle Lurani, adesso si trovano anche davanti alla stessa osteria Dei Amis, e in altri bar, da Casaletto Lodigiano, Landriano e Carpiano.

(Foto: ANSA / FLAVIA MAZZA)