Io non mi arrendo (fiction): la storia di Roberto Mancini | Terra dei Fuochi

di Redazione | 15/02/2016

io non mi arrendo fiction

Io non mi arrendo fiction stasera in tv su Rai 1 è la storia ispirata a quella (vera) di Roberto Mancini, agente della Criminalpol, che depositò alla Procura della Repubblica di Napoli il lavoro, frutto di tre anni, sulla Terra dei fuochi. Beppe Fiorello, protagonista della fiction, è Marco Giordano, poliziotto ispirato dall’agente morto di cancro nel 2014.

IO NON MI ARRENDO: ROBERTO MANCINI, LA TERRA DEI FUOCHI

Nella fiction Io non mi arrendo le indagini di Giordano svelano l’intenzione dell’avvocato Gaetano Russo che acquista terreni agricoli con l’obiettivo di trasformarli in discariche abusive molto pericolose. Il parallelo con la storia di Roberto Mancini è molto stretto. Mancini fu il primo a scoprire il veleno negli acri tra Nola, Acerra e Marigliano, in Campania. L’uomo, rimasto inascoltato, morì per una leucemia, contratta proprio per avere respirato e indagato su quei terreni. A soli 54 anni.

IO NON MI ARRENDO guarda il trailer:

IO NON MI ARRENDO: DALLA FICTION AL LIBRO

La storia di Roberto Mancini è raccolta nel libro Io, morto per dovere di Luca Ferrari e Nello Trocchia con Monika Dobrowolska Mancini e la prefazione di Giuseppe Fiorello (edito da Chiarelettere). Nel libro si ricostruisce l’enorme lavoro di Mancini, attraverso le testimonianze dei colleghi e della famiglia.

IO NON MI ARRENDO: GLI ALTRI ATTORI DELLA FICTION

Nel cast con Beppe Fiorello ci sono anche Antonella Stefanucci, Luigi D’Oriano, Bianca D’Amato e Claudio Alfredo Alfonsi. La fiction è ambientata in Puglia e la Apulia Film Commission ha finanziato la serie. «È stato un onore – ha dichiarato Beppe Fiorello – ridare vita a un grande uomo e rivelare a tutti una storia insabbiata che avrebbe potuto far luce sul più grande disastro ecologico del nostro paese». La fiction Io non mi arrendo è trasmessa lunedì 15 e martedì 16 febbraio in prima serata su Rai 1