M5S, la sostituta di Paragone in commissione di Vigilanza: «Possibile cambio della nostra posizione su Foa»

di Redazione | 19/09/2019

Francesca Flati

Sono destinate a far discutere le parole della deputata M5S Francesca Flati che, al suo primo mandato, ha sostituito Gianluigi Paragone come capogruppo pentastellato all’interno della commissione di vigilanza Rai. Oggi, la Flati ha fatto le sue prime dichiarazioni da nuova guida del partito nel delicato organismo che si occupa di analizzare gli aspetti riguardanti il servizio pubblico radiotelevisivo.

Francesca Flati dice che il M5S potrebbe sostituire Foa

In quest’ultimo periodo, infatti, con il cambio del governo e con la nuova maggioranza formata da Partito Democratico e dal Movimento 5 Stelle, il tema della permanenza di Marcello Foa alla presidenza della Rai sembra essere sul tavolo e all’ordine del giorno. Lo fanno capire anche le parole di Francesca Flati che ha anticipato che la posizione del Movimento 5 Stelle su Foa potrebbe presto cambiare.

«Sono contenta e orgogliosa, e sono convinta che il mio gruppo sarà di aiuto per il mio incarico – ha affermato -. La presidenza di Marcello Foa potrebbe essere un tema da affrontare. Certo, è possibile che la nostra valutazione in questi mesi abbia subito dei cambiamenti». Insomma, dopo la luna di miele con la Lega sulle nomine in Rai (da sempre considerate uno scoglio difficilissimo per mantenere gli equilibri soprattutto di maggioranze non omogenee), il Movimento 5 Stelle sta pensando di cambiare direzione. La sostituzione di Paragone rappresenta un primo passo, vista la contrarietà del parlamentare alla nuova alleanza di governo con il Partito Democratico. Adesso, a finire sul banco degli imputati, c’è direttamente il presidente, identificato sempre come simbolo del nuovo corso sovranista del servizio pubblico.

TAG: Rai