Forza Nuova applaude Salvini: «Sta portando gli italiani verso le nostre idee»

di Enzo Boldi | 18/01/2019

Forza Nuova Padova
  • Forza Nuova si è radunata a Latina per rilanciare le loro idee di estrema destra

  • I complimenti di Roberto Fiore a Salvini che ha «riportato gli italiani verso idee buone»

  • «È arrivato il momento che aspettiamo da 50 anni. Il ciclo dell'antifascismo si è chiuso»

Quando ci si azzarda a fare questo paragone si rischia di essere tacciati come aizzatori. Ma ora le similitudini vengono sottolineate dagli stessi protagonisti di questo confronto. Nel raduno di Latina, che ha raccolto i militanti di tutta Italia, il leader di Forza Nuova Roberto Fiore ha sottolineato le congruenze tra quello che stanno facendo e proponendo Lega e M5S con quello che era nel loro programma elettorale. In particolare, il capo di uno dei movimenti di estrema destra italiana, ringrazia Matteo Salvini.

«Salvini è una persona che ha portato la Lega a un alto livello – spiega da una stanza della Casa dei combattenti di Latina Roberto Fiore -. Ritengo che quello che sta facendo contribuisca a spostare gli italiani verso posizioni buone. Ma quando si arriva allo scontro col sistema o hai una classe pretoriana, le camicie nere insomma, o sei destinato a perdere. L’unica idea che resta un piedi è così la nostra».

Forza Nuova ringrazia Salvini per aver convinto gli italiani

Come racconta La Repubblica, il discorso del leader di Forza Nuova ha strappato gli applausi di tutti i presenti. Roberto Fiore è arrivato a Latina, che lui chiama Littoria in omaggio ai tempi che furono, mercoledì sera per partecipare alla conferenza dal titolo ‘Dal populismo alla rivoluzione’. Si è parlato di tutti gli argomenti cari al movimento di estrema destra: dalla lotta agli stranieri, alla stampa di una moneta tutta nostra fino al riportare al centro l’importanza della famiglia.

«Se andiamo a vedere il programma della Lega di cinque anni fa – prosegue Roberto Fiore – e quello di Forza Nuova e poi vediamo cosa dicono oggi Salvini e in parte i 5 Stelle, si nota subito che quello che ora dicono si identifica totalmente col nostro programma di sempre, mentre era molto diverso cinque anni fa il programma di Bossi». Il segretario nazionale di FN poi spiega ancora: «Determinate idee sono entrate nel cuore degli italiani».

«Il ciclo dell’antifascismo si è chiuso»

Non solo Salvini. «Abbiamo un ministro, Fontana, che è sicuramente su posizioni nostre – prosegue il leader di Forza Nuova -. Un cattolico, contro il gender nelle scuole, contro la 194, ma quello che è riuscito a far passare nella manovra finanziaria è pari a zero». Bloccato dai poteri forti, dunque. Poi l’attacco ai giornalisti de L’Espresso aggrediti nel giorno della commemorazione di Acca Larentia al cimitero romano del Verano, che per Roberto Fiore si sono inventati tutto e per questo ha presentato un esposto per calunnia. Infine la chiosa finale: «È arrivato il momento che aspettiamo da 50 anni. Il ciclo dell’antifascismo si è chiuso». Ma chiamiamola goliardia.

(foto di copertina: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)