Elezioni Regionali, sul web ritornano i sondaggi ‘clandestini’. Ed è boom Cinquestelle in Liguria

di Donato De Sena | 25/05/2015

elezioni regionali sondaggi

Come già accaduto alla vigilia delle precedenti Elezioni EuropeePolitiche, come pure alle Amministrative, a pochi giorni dalle Regionali sono rispuntate in rete le «corse clandestine» di cavalli ed altri tipi di competizione che mascherano sondaggi sulle intenzioni di voto effettuati da alcuni dei più noti istituti demoscopici. A pubblicare chiare indicazioni sul consenso di partiti e candidati è soprattutto il sito Seitrezero, animato dai giornalisti Andrea Mancia e Simone Bressan, autori anche di NotaPolitica (altro sito che racconta le corse clandestine). Ma qualche informazione per i curiosi viene fornita anche da YouTrend (che racconta di un conclave regionale in Campania) e da Scenari Politici (che narra della seconda tappa in Umbria del giro d’Italia notturno).

 

LEGGI ANCHE:
Elezioni Regionali Campania, sondaggi a confronto: ancora testa a testa De Luca-Caldoro
Elezioni Regionali Veneto, sondaggi a confronto: Zaia strafavorito sulla Moretti
Elezioni Regionali Liguria, sondaggi a confronto: Paita avanti di un soffio su Toti

 

CORSE IN VENETO –

Ebbene le cifre diffuse da Seitrezero sulle Regionali del 31 maggio riguardano soprattutto 2 delle 7 Regioni chiamate al voto, Veneto e Campania, e confermano quanto emerso negli ultimi sondaggi realizzati prima del divieto di pubblicazione (che scatta a 15 giorni esatti dalle urne). L’ultima corsa riguarda ad esempio il Veneto e racconta di un cavallo Groom de Zazà (un nome che ricorda vagamente quello del governatore Luca Zaia, candidato di Lega Nord e Forza Italia) e di un tempo di percorrenza della pista di 42 secondi, esattamente dieci in più del cavallo Fan Gilette (un nome che ricorda invece il giornalista che ha avuto una love story con Alessandra Moretti, candidata del Pd).

CORSE IN CAMPANIA –

Ancora testa a testa tra i cavalli della Campania. Secondo quanto riportato ieri da Seitrezero, all’ippodromo di Agnano è stato attribuito lo stesso tempo sia a Fan Shérif (stesso soprannome di Vincenzo De Luca, vincitore delle primarie Pd) sia Chaud’Or (assonanza con Stefano Caldoro, governatore uscente e candidato del centrodestra). Il cavallo pentastellato Igor Carambà (un nome che ricorda invece Valeria Ciarambino) viene dato in rimonta dopo essere stato nettamente staccato nelle prime competizioni. In un’altro ippodromo però, giovedì 21, Fan Shérif avrebbe chiuso la gara con 39,5 secondi contro i 36 di Chaud’Or, con Igor Carambà a 19,5. Un distacco meno ampio di quello segnalato, sempre giovedì 21, all’ippodromo del Nord Est. In questo caso sia Fan Shérif che Chaud’Or sarebbero stati cronometrati a 40 secondi. Il cavallo pentastellato, invece, a soli 14 secondi.

CONCLAVE IN CAMPANIA –

Altra sfida è – dicevamo – quella del conclave della Campania, regione da 6 milioni di fedeli. YouTrend fornisce i dati elaborati da un centro di studi religiosi con sede a Trieste (solo per una strana coincidenza città dove ha sede uno dei più autorevoli istituti di sondaggi). Lo studio in questione attribuisce ad un «energico arcivescovo di Salerno» il consenso di 39-43 porporati, e 36-40 vescovi invece all’«attuale capo dell’amministrazione episcopale regionale». All’«unica donna in lizza», «la rappresentante del Movimento ecclesiale dei cittadini» andrebbero infine 15-19 voti.

CORSE IN LIGURIA –

Altra corsa equilibrata, come quella dei cavalli campani, ha luogo in Liguria. Seitrezero parla di una gara disputata sul fantomatico ippodromo di Pierre Preciouse con Fan Patè (un nome che ricorda quello della candidata del Pd Raffaella Paita) che chiude la gara in 30 secondi contro i 28 del suo principale avversario. Invece l’outsider, il cavallo che viene spinto da un simpatico fantino genovese viene indicato a 20 secondi.

(Foto di copertina: Ansa / Ciro Fusco)