Diritti tv, Guardia di Finanza e Antitrust perquisiscono sedi Lega, Sky e Mediaset

di Redazione | 19/05/2015

Diritti tv perquisizioni

Antitrust e Guardia di Finanza indagano sull’asta dei diritti televisivi 2015-2018: i finanzieri del nucleo speciale Tutela Mercati d’intesa con l’Autorità Garante della Concorrenza in queste ore stanno eseguendo ispezioni e perquisizioni per acquisire documenti presso le sedi di Roma e Milano della Lega Calcio di Serie A, Sky Italia, RTI, Mediaset, Mediaset Premium e Infront Italia, quest’ultima la società che ha trattato la cessione dei diritti. L’esito finale della vendita di giugno scorso del pacchetto tv per le prossime tre stagioni – 945 milioni di euro totali nelle casse della Lega, di cui 572 da Sky per avere tutto il campionato di A, gli altri 373 da Mediaset che per il digitale terrestre si aggiudicò la diretta delle partite delle 8 squadre principali – si sospetta sia stato alterato da un accordo restrittivo della concorrenza in violazione di disposizioni europee.

LEGGI ANCHECalcioscommesse, la ‘ndrangheta nelle combine in Lega Pro e dilettanti

Diritti tv perquisizioni Sky e Mediaset
ANSA/CIRO FUSCO

Photocredit copertina ANSA/DANIEL DAL ZENNARO