Luigi Di Maio attacca Maria Elena Boschi dicendo una bugia sul caso Etruria

di Redazione | 16/05/2017

Di Maio Boschi

Luigi Di Maio ha attaccato in modo durissimo Maria Elena Boschi e Matteo Renzi sui due casi che li riguardano, relativi a Banca Etruria e all’inchiesta Consip. Nel post sul suo seguitissimo profilo Facebook il vicepresidente della Camera dei Deputati definisce la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio e il segretario del Partito Democratico come due bugiardi seriali. Una critica molto severa, che rientra nella normale dialettica politica per quanto riguarda i rilievi sui provvedimenti governativi più importanti presi dall’esecutivo guidato da Matteo Renzi. Di Maio però rimprovera a Renzi e Boschi bugie in merito ai casi Consip ed Etruria. Se il rilievo sulla falsità affermata dal segretario del PD è piuttosto stiracchiato – lo stesso esponente del M5S parla di minimizzazione – su Boschi invece Di Maio afferma una cosa non vera.

La Boschi diceva di non essersi mai occupata della banca del padre. Poi scopriamo che da Ministro andava dall’amministratore delegato di Unicredit a chiedergli di salvare Banca Etruria. Versione confermata dallo stesso A.D. di Unicredit.

di-maio-boschi-bugia-post Federico Ghizzoni è l’AD di Unicredit a cui fa riferimento Di Maio. Posto che il manager non guida più la più grande banca italiana da diverso tempo – il Ceo di Unicredit è il francese Mustier – la versione sulla richiesta di Maria Elena Boschi a Ghizzoni di interessarsi per l’acquisto di Banca Etruria non è mai stata confermata. Federico Ghizzoni ha parlato con il Corriere della Sera e La Repubblica dopo diversi giorni di silenzio seguiti all’anticipazione del libro di Ferruccio de Bortoli, Poteri Forti (o quasi) della Nave di Teseo dove l’episodio è raccontato. Ghizzoni ha però evitato accuratamente di esprimersi sul fatto raccontato dall’ex direttore del Corriere della Sera, limitandosi a una laconica considerazione sulla normalità dei dialoghi tra politici e banchieri. Sia al Corriere che a Repubblica Federico Ghizzoni però non ha mai confermato la versione, dichiarandosi pronto a parlare sull’episodio se e quando sarà chiamato a testimoniare in un’eventuale causa in tribunale, oppure in una commissione parlamentare. Al momento però nessuna conferma: Di Maio ha affermato il falso su una conferma di Ghizzoni in realtà inesistente.

Foto copertina: Salvatore Esposito/Pacific Press via ZUMA Wire