La CBS ritira gli episodi di stasera di Supergirl e NCIS perché troppo simili agli attacchi di Parigi

di Redazione | 16/11/2015

cbs

Sulla scia degli attacchi terroristici a Parigi, la CBS ha deciso di ritirare i nuovi episodi di “Supergirl” e “NCIS: Los Angeles” che sarebbero dovuti andare in onda stasera. La rete non ha specificato il motivo, ma le descrizioni di entrambi gli episodi ricordano molto l’orribile mattanza che ha provocato la morte di 129 persone.

SUPERGIRL –

Nel caso di Supergirl l’episodio originale voleva che Kara tentasse di fermare una serie di bombardamenti, ma visti i recenti episodi di cronaca la CBS non ha ritenuto giusto trattare l’argomento come “intrattenimento”. La puntata è stata sostituita con quella originariamente prevista per il 23 novembre e incentrata sul Thanksgiving.

NCIS: LOS ANGELES –

Anche l’episodio di NCIS verrà sostituito dalla puntata di lunedì prossimo dato che quello in programma era incentrato su un’organizzazione terroristica.

LA CBS –

L’emittente non ha specificato quando verranno trasmessi gli episodi, ma nel mondo delle serie televisive si tratta di una pratica consolidata quando una puntata riecheggia accidentalmente una tragedia reale. Nel mese di agosto, una puntata di “Mr Robot” era stata posticipata di una settimana dopo che la giornalista Allison Parker e il suo operatore Adam Ward erano stati uccisi in diretta.

NBC ED HBO –

Venerdì scorso anche l’NBC aveva ritirato un episodio di “Undateable” per lasciar spazio alla copertura giornalistica degli eventi, così come gli U2 hanno cancellato la data parigina che doveva andare in onda sulla HBO.

Sono stati in molti nell’industria dello spettacolo a rendere omaggio alle vittime agli attentati di Parigi, tra cui “Saturday Night Live”, che ha aperto la puntata con un messaggio di Cecily Strong tradotto in inglese e francese: “Parigi è la città della luce, e qui a New York City sappiamo che quella luce non si spegne mai. Il nostro amore e il nostro supporto va a tutti coloro che si trovano lì, Siamo con voi”.