Barack Obama: «Isis sarà sconfitto»

di Redazione | 06/07/2015

Barack Obama

L’Isis verrà sconfitto. Lo assicura Barack Obama al Pentagono. La lotta sarà però lunga e ci saranno battute d’arresto: «Quella contro l’Isis non sarà una campagna rapida, ma una campagna molto lunga». Lunga perché insieme alla battaglia militare bisogna affiancare quella politica ed economica.

Barack Obama
(SAUL LOEB/AFP/Getty Images)

BARACK OBAMA: «LAVORIAMO PER SOFFOCARE LE CELLULE DELL’ISIS»

Per Barack Obama Isis è un gruppo “opportunistico” e “agile”, in grado di muoversi con velocità, puntando a colpire le sacche di resistenza: «Abbiamo eliminato migliaia di combattenti dell’Isis -continua Obama- tra cui comandanti di alto livello. Stiamo lavorando per soffocare le nuove cellule dell’Isis. Lo Stato Islamico ha perso oltre un quarto delle aree popolate che aveva catturato in Iraq» e anche in Siria ha subito diverse sconfitte. Ed a proposito di Siria, per Obama la soluzione in quel Paese è rappresentata da «una transizione politica che porti a un nuovo governo senza Bashar al Assad».

 

LEGGI ANCHE: Cuba, gli Stati Uniti pronti a riaprire l’ambasciata

«NIENTE TRUPPE IN IRAQ»

Per quanto riguarda invece l’Iraq, la cosa è un po’ diversa. Obama esclude che possano essere mandate nel Paese altre truppe in quanto l’obiettivo attuale è quello di aiutare le forze locali: «La minaccia dell’Isis va al di là della Siria e dell’Iraq. I nostri raid aerei continueranno a prendere di mira impianti per il petrolio e per il gas che forniscono importanti fondi alle operazioni ma lavoriamo per fermare il flusso di combattenti stranieri verso la Siria e L’Iraq mentre acceleriamo la consegna di equipaggiamento di importanza critica, tra cui missili anti-carro, alle forze irachene». (Photocredit copertina SAUL LOEB/AFP/Getty Images)