Cosa pensa la compagna di Boss Doms del bacio tra lui e Achille Lauro a Sanremo

di Ilaria Roncone | 09/02/2020

achille lauro
  • Achille Lauro e il suo chitarrista, Boss Doms, si sono baciati durante la loro esibizione finale a Sanremo

  • Le persone sui social domandano alla compagna di Boss Doms cosa ne pensi

  • L'elegante risposta di lei è una preziosa lezione

«Non pensi che sia sbagliato che tuo marito, nonchè padre di tuo figlio, vada in giro con capelli viola, smalto e rossetto?». Siamo sul profilo di Valentina Pegorer, compagna del chitarrista di Achille Lauro, Boss Doms. Il giovane si è esibito in tutte le serate della kermesse accanto al cantante diventando parte attiva delle sue controverse performance. E dato che sul web le persone tendono a invadere molto volentieri lo spazio privato altrui giudicando apertamente, Valentina Pegorer si trova a dover rispondere a domande di questo tipo.

LEGGI ANCHE >>> Qual è stato l’ultimo travestimento di Achille Lauro

Le risposte della compagna di Boss Doms sul bacio tra il chitarrista e Achille Lauro

 


L’eleganza impeccabile della risposta che la compagna di Boss Doms ha scelto di affidare al suo profilo Instagram è indubbia. La replica alla tipica domanda che riceve portata in esempio all’inizio dell’articolo? «Non pensi che la cosa più importante che un marito e padre possa fare sia dare amore e protezione alle proprie donne?». Un riferimento nemmeno troppo velato alla caratura della nostra società attuale; spesso additiamo il diverso e l’estroso insinuando che se ci si veste, acconcia o atteggia in un certo modo questo significhi necessariamente carenza di valori morali. La verità è che i valori che una persona si porta dentro, quello che muove il suo agire, non hanno veramente nulla a che vedere con smalto, rossetto, tacchi o qualsiasi caratteristica dell’apparenza. Lo scopo di Achille Lauro al Festival di Sanremo era uno soltanto e le parole che la donna ha scelto per mettere a tacere chi giudica esprimono perfettamente quell’intento: «Gli schemi sono solo nelle menti di chi se li prefissa. Siate sinceri con voi stessi e ascoltate la vostra natura. Chi sono gli altri per definire che cos’è normale e cosa diverso?». Una preziosa lezione che ognuno di noi, chi più chi meno, dovrebbe fare propria.