MENTANA BELLOMO
|

Mentana la tocca pianissimo su Bellomo: lancia il servizio al TG e lo definisce «quel gran porco» | VIDEO

In questi giorni, è senz’altro il magistrato più chiacchierato d’Italia. Francesco Bellomo è al centro di un vero e proprio scandalo sessuale, accusato da diverse alunne della sua scuola di specializzazione di aver approfittato della sua posizione per esprimere richieste assurde – al limite dell’ossessivo – nei loro confronti. Ieri, nel lanciare il servizio su questo tema, il direttore del Tg La7 Enrico Mentana non ha usato mezzi termini e lo ha definito «quel gran porco».

LEGGI ANCHE > Enrico Mentana prende in giro Paolo Celata durante lo speciale sulla Catalogna | VIDEO

MENTANA BELLOMO: IL DIRETTORE LANCIA IL SERVIZIO CON LA DEFINIZIONE «QUEL GRAN PORCO»

MENTANA BELLOMO, GLI ULTIMI SVILUPPI DELLA VICENDA DEL MAGISTRATO

Negli ultimi giorni, stanno emergendo ulteriori dettagli su Bellomo. Ci sarebbero infatti altre accuse a suo carico. Questa mattina, il quotidiano La Repubblica ne ha raccolte diverse, tutte provenivano da professioniste: una da un magistrato, un’altra da un dirigente della polizia, un’altra da un gip. Le accuse sono in linea con i comportamenti del magistrato descritti fino a questo momento.

Un contatto morboso con le sue allieve, la privazione di qualsiasi spazio di libertà all’interno delle loro vite private, la furia cieca quando veniva lasciato. Bellomo, secondo quanto emerso fino a questo momento, concedeva delle borse di studio nella sua scuola di specializzazione per magistrati in cambio della firma di un contratto che prevedeva rigide clausole tra cui, quella più famosa, di indossare la minigonna nelle occasioni pubbliche.

Bellomo, per questi suoi comportamenti, rischia una sospensione dal Consiglio di Stato (la sua attuale mansione). Nell’ambito della stessa vicenda, il Consiglio Superiore della Magistratura ha adottato un provvedimento cautelare d’urgenza di sospensione dalle funzioni e dallo stipendio con collocamento fuori ruolo nei confronti di Davide Nalin, collega di Bellomo e collaboratore all’interno della sua scuola di formazione per magistrati.