esplosione new york
|

Esplosione New York, occhio ai video falsi che circolano in rete

Esplosione sospetta a New York. E puntualmente parte la sequenza di video falsi riguardanti l’evento che si è verificato l’11 dicembre presso la stazione centrale degli autobus Port Autority, nel pieno centro cittadino a pochi passi da Times Square. Si tratta di immagini che sono riconducibili ad altri episodi simili avvenuti in passato.

LEGGI ANCHE > Attentato Champs-Elysées, l’ennesima fake news sull’identità dei terroristi

ESPLOSIONE NEW YORK, DIFFUSIONE INCONTROLLATA DI VIDEO SUI SOCIAL

A segnalarlo sono gli utenti dei social network che combattono la diffusione incontrollata di false informazioni. Da diversi account, ad esempio, è partito il video citato in questo tweet. Si tratta di una esplosione che si è verificata nel settembre del 2016, sempre a New York, le cui immagini sono state rese pubbliche dalle autorità soltanto nell’ottobre dell’anno successivo.

Nel video, si vedono persone che si trovano in un sottopassaggio e che vengono colte di sorpresa da uno scoppio. Nei fotogrammi successivi, si assiste a una sorta di fuggi-fuggi generale e a diverse scene di panico: nell’esplosione di Chelsea del 2016 rimasero ferite circa 30 persone.

ESPLOSIONE NEW YORK, IN ATTESA DI CONFERMA LA VERIDICITÀ DI UN SECONDO VIDEO

In attesa di conferme ufficiali, invece, la veridicità di un altro video che sta circolando con molta frequenza sui social network. Le immagini, effettivamente, sembrano coincidere con l’ambientazione di Port Autority e sono coerenti anche con l’abbigliamento delle persone: nei fotogrammi, si vede un uomo camminare in mezzo alla gente e lasciarsi esplodere. Alla fine della sequenza video, il presunto attentatore si trova a terra, in una posizione compatibile con quella in cui viene ritratto dalle fotografie delle forze dell’ordine che lo hanno catturato subito dopo il tentato attacco.