nadia toffa
|

Le Iene: «Nadia Toffa ha chiesto al medico di uscire per partecipare alla diretta» | VIDEO

«Le ultime 30/32 ore sono state terribili, le più terribili della nostra vita, indescrivibili. Ieri la redazione si è bloccata, congelata, non riuscivamo a fare niente. Poco prima delle 13 ieri ci è arrivata una telefonata dalla hall di un albergo di Trieste, dove Nadia era per fare un servizio e ci avvisano che è crollata a terra, che aveva avuto un malore. Ma che si era sentita male ed era caduta era l’unica cosa che sapevamo. Non si capiva cosa le fosse successo. Abbiamo pensato a qualsiasi cosa, pensavamo che l’avessero aggredita, a mille cose». Hanno parlato così ieri sera in studio i conduttori de Le Iene di quanto accaduto alla loro collega, inviata e presentatrice, Nadia Toffa, ora ricoverata al San Raffaele dopo un malore avvertito sabato a Trieste. Ieri sera Nicola Savino, Matteo Viviani e Giulio Golia a inizio trasmissione in diretta hanno raccontato di aver vissuto momenti difficili alla notizia delle gravi condizioni della loro amica. «Quando è arrivata al pronto soccorso abbiamo appreso che era codice rosso. Si è gelato il sangue, fino a quando alle 6 e mezzo di ieri pomeriggio, fino a quando ci hanno detto che si era risvegliata, che stava un po’ meglio. A quel punto ci siamo abbracciati ed emozionati. È stato un colpo molto forte».

 

 

LE IENE E IL MALORE DI NADIA TOFFA

I conduttori ed inviati del programma di Italiauno hanno anche raccontato della forza d’animo dimostrata da Nadia Toffa. «Piccolo retroscena – hanno rivelato – : sull’elicottero, è tutto vero, è riuscita a dire ‘Che bello, mi faccio un giro in elicottero’. Lo spirito non manca mai. Ora è fuori pericolo di vita, la stanno curando, le stanno facendo tutta una serie di accertamenti». E ancora: «C’è un aggiornamento di due ore fa, sembra che Nadia abbia chiesto cortesemente ad un medico di farla uscire il tempo necessario per presenziare questa diretta. E questa la dice lunga sulla sua grinta».

(Immagine da video de Le Iene pubblicato su Twitter)