Lapo Elkann Renzi
|

Lapo Elkann demolisce Renzi: «Provinciale, non è un Macron è micron» | VIDEO

Estroverso nell’abito, come al solito. Lapo Elkann si presenta a Otto e Mezzo, il programma che Lilli Gruber conduce su La7, con un maglioncino a collo alto a strisce bianconere. A metà tra un omaggio alla Juventus e una sorta di tenuta da carcerato. E non è banale nemmeno la sua retromarcia su Matteo Renzi.

LEGGI ANCHE > La svolta di Lapo Elkann: «Basta, a 40 anni voglio cose vere»

LAPO ELKANN RENZI, LA BATTUTA (VIDEO DA CORRIERE TV)

L’imprenditore, nipote di Gianni Agnelli, si è detto molto deluso rispetto alla parabola politica del segretario del Partito Democratico, specialmente in relazione alla sua giovane età e al confronto con i diversi leader europei. Lapo Elkann, senza peli sulla lingua, dichiara: «Avevo una grande fiducia in Matteo Renzi all’inizio. Ma dopo aver visto come si pone le mie speranze sono cadute».

LAPO ELKANN RENZI, IL RAMMARICO DEL NIPOTE DI AGNELLI

Un attacco frontale, che investe qualsiasi aspetto dell’ex presidente del Consiglio: dal carattere alle sue scelte politiche. «Si piace troppo – continua Lapo Elkann – e questo è pericoloso per lui e per noi. Da quarantenne, mi auguravo di avere un giovane al governo. Ma in realtà, Renzi è più provinciale di quanto possa sembrare».

Infine, arriva la stoccata finale: «Renzi non è un Macron, Renzi è un micron. I giovani che arrivano al potere in altri Paesi sono molto più preparati rispetto ai nostri. L’esempio è proprio Emmanuel Macron: lui è molto più preparato di Renzi».

L’ex presidente del Consiglio, del resto, ha voluto immediatamente rispondere alla battuta di Lapo Elkann: «La battuta era vecchia – dichiara Matteo Renzi -. Saluto Lapo e gli auguro di star bene».