cocaina
|

La bambina di 2 anni positiva alla cocaina

Emerge un particolare inquietante dalla storia di due bambini (un maschietto di 7 mesi e la sorella di 2 anni) lasciati da soli in macchina dal padre mentre lui giocava tranquillamente alle slot machine in un bar trattoria di Borgo San Giacomo, in provincia di Brescia: la piccola è risultata positiva alla cocaina. A scoprirlo sono stati i sanitari dell’ospedale dove i due bimbi, spaventati e affamati, erano stati portati dai carabinieri della stazione di Orzinuovi.

BRESCIA, BAMBINA POSITIVA ALLA COCAINA

Racconta oggi Paolo Cittadini sul quotidiano Il Giorno:

I medici si erano infatti insospettiti per l’eccessivo nervosismo mostrato della bambina all’arrivo in Pediatria. Da qui la decisione di sottoporla al test che ha evidenziato la positività a un metabolita della cocaina. Pure il fratellino è stato sottoposto all’esame tossicologico. Anche i suoi valori avrebbero insospettito i sanitari che hanno quindi deciso di eseguire ulteriori accertamenti. La vicenda, già di per sé drammatica, assume connotati ancora più preoccupanti sui quali i carabinieri della compagnia di Verolanuova stanno cercando di fare luce dopo avere effettuato una approfondita perquisizione nell’abitazione in provincia di Cremona dove i bambini vivevano con i genitori in uno stato di completo degrado.

Ora si cerca di far luce su come la bambina abbia potuto assumere la droga. Le ipotesi sono diverse: potrebbe essere venuta in contatto con la sostanza stupefacente trovandola in casa, respirandone il fumo o attraverso il seno della madre. Il padre dei bambini è un romeno di 44 anni. La madre una ragazza poco più che ventenne. I due piccoli sono stati immediatamente tolti ai genitori. La procura ha avviato la proceduta di adottabilità. Il padre è stato denunciato per abbandono di minori. I due bimbi con la madre saranno collocati dai servizi sociali in una comunità.

(Foto di un laboratorio da archivio Ansa. Credit: ANSA / LUCA ZENNARO)

TAG: Brescia