silvio berlusconi
|

Berlusconi elogia Dell’Utri. Da Fazio nessuna domanda sulla condanna per mafia

Marcello Dell’Utri, cofondatore di Forza Italia, è in carcere per mafia. Nel 2014 è stato condannato in via definitiva a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa perché riconosciuto come il mediatore tra una delle più pericolose organizzazioni criminali italiane, Cosa Nostra, e uno dei più grandi imprenditori del Paese, il suo amico Silvio Berlusconi. Eppure la gravità delle accuse e della condanna talvolta passano sottotraccia. È successo ieri sera, nel corso del programma Che Tempo Che Fa condotto da Fabio Fazio. Durante un’intervista a Berlusconi Fazio al leader del centrodestra ha chiesto un parere sulla situazione di Dell’Utri, lasciando campo libero ad un elogio e senza fornire ulteriori informazioni, nemmeno generiche, sulla sua grave vicenda giudiziaria.

BERLUSCONI ELOGIA DELL’UTRI IN TV

«Posso parlare di un altro suo amico, che oggi è detenuto, Marcello Dell’Utri?», ha chiesto l’intervistatore. «Certo», la risposta di Berlusconi. «Lei che sentimenti ha verso questa situazione?», la domanda. «Marcello – ha detto ancora il Cavaliere – è una delle migliori persone che abbia incontrato. È un cattolico, praticante, un buon padre di famiglia. È il bibliofilo numero uno che abbiamo in Italia. Ha fondato con me Forza Italia. È in carcere a seguito di un processo politico. Credo e spero che possa cambiare il carcere con magari con i domiciliari perché anche in pessime condizioni di salute. Questa storia del mio amico Marcello Dell’Utri la ricordo al mattino, alla notte, al pomeriggio, me la ricordo sempre e mi sembra una cosa veramente assurda che in questo paese si possano fare delle cose così lontane dalla realtà e tenere in carcere violando la sua libertà una persona così eccezionale». Lodi senza obiezioni. Nessuna domanda sui processi e sui verdetti dei giudici. Dell’Utri è anche indagato per le stragi di mafia del 1993. Con Berlusconi.

(Immagine da video di Rai Play)