fausto brizzi
|

Anna Falchi a Le Iene: «Le molestie di Fausto Brizzi? Ne ho sentito parlare in tempi non sospetti…»

Un nuovo servizio delle Iene sulle presunte molestie di Fausto Brizzi. Dino Giarrusso, autore del video con le testimonianze delle giovani che avrebbero subito abusi durante provini a casa del regista romano, ha raccolto il parere sulla vicenda di alcune attrici e show girl italiane famose. Qualcuna, come Valeria Marini, ha evitato di rilasciare commenti. Qualche altra ha ammesso di aver vissuto situazioni simili a quelle denunciate. O perfino rivelato che il nome di Brizzi circolava già.

«Se dovesse essere realmente lui… credo che la sua carriera termina qua», ha affermato Anna Falchi telefonicamente alle Iene. Quando hai sentito il nome del regista ti ha stupito? «Se ne parlava già tanto, da tanti giorni. Ne ho sentito parlare in tempi non sospetti proprio…», ha detto. Dunque, avrebbe saputo di comportamenti poco consoni di Brizzi non da poco tempo. «È una cosa che è successa a tutte, è una cosa normale per noi donne subire questa donna qua. A me non è successo personalmente che qualcuno mi abbia sbattuto al muro, di aver messo le mani addosso o avermi messo le mani nelle mutandine. L’approccio è stato un po’ più delicato ecco… però è successo chiaro, è successo un sacco di volte. Comunque con tutte queste persone che hanno ricevuto il mio diniego non c’è mai stata poi attività professionale».

LE IENE, LE ATTRICI SUL CASO DELLE PRESUNTE MOLESTIE DI FAUSTO BRIZZI

Ma a avances e molestie hanno segnato anche il percorso professionale di Alba Parietti. «Mi è successo – ha raccontato a Giarrusso – quando ero ragazzina, con un famosissimo produttore. Avevo 17 anni, il mio sogno era fare cinema. Questo signore mi invita nel suo ufficio, mi spiega il copione  a un certo punto mentre mi spiega la scena del bacio, si avvicina e mi dà un bacio. Ti senti come quella che se lo racconta verrà immediatamente giudicata. Ti viene una forma di panico e di paura che ti paralizza. Sai perfettamente che quella persona è potente e la tua parola non vale niente. Stavo come una m… Ho pianto dalla paura». Parole forti su Brizzi anche da Alessia Marcuzzi: «Se è successa è una cosa orrenda e va perseguita. Nel caso di Brizzi, se è successo lui va punito. Credo che ci sia una patologia, una malattia grave che va assolutamente curata, oltre al fatto di uno che deve andare in prigione». Paola Barale, intanto: «Dieci donne hanno detto la stessa cosa, è abbastanza grave il tutto». «Weinstein? Lo appenderei sul red carpet nudo a testa in giù pineo di ghiande con un sacco di maiali intorno. Ha perduto un impero ma… mi sembra il minimo».

 

LEGGI ANCHE > L’ex miss Italia e il provino di Fausto Brizzi: «Mi disse ‘Spogliati che devi essere pronta a tutto’»

 

Tra coloro che evitano di pronunciare sentenze di condanna c’è Cristiana Capotondi: «Non ho commenti da fare su niente. È una vicenda che mi addolora. Ho scritto un post sul mio Instagram dicendo che sono addolorata per quello che sta succedendo a Fausto Brizzi che con me, lo dico e lo ripeto, si è sempre comportato da gentiluomo. Credo la televisione, il programma Le Iene, il Corriere della Sera, la Repubblica, non siano luoghi preposti a rendere giustizia. Il circo mediatico italiano non possono comportarsi in questo modo nei confronti di questa persona se questa persona non è colpevole: chi dichiara una persona colpevole è la giustizia italiana».

(Immagine: frame da video de Le Iene)

TAG: Le Iene