Monica Bellucci difende Tornatore: «C’è differenza tra violenza sessuale e avance»

di Redazione | 08/11/2017

monica bellucci

Monica Bellucci difende senza se e senza ma Giuseppe Tornatore, finito tra i presunti molestatori sessuali dopo le accuse che gli ha mosso l’ex ragazza di Non è la Rai ed ex velina Miriana Trevisan. L’attrice, che ha più volte lavorato con il regista, sembra disposta a giurare sulla sua correttezza. «Con Tornatore ho girato un film per cinque mesi. Con Tornatore ho fatto degli spot, e poi mi ha ripreso per un piccolo ruolo in Baaria. Con Tornatore ho un rapporto d’amicizia da 20 anni, lo continuo a sentire ancora oggi», è una dichiarazione della Bellucci riportata dal Corriere della Sera. «Ho amicizia e rispetto per Giuseppe, mi si sono aperte mille porte grazie a lui», ha detto l’attrice, che ieri ha ricevuto il premio alla carriera ‘Virna Lisi’ proprio da Tornatore.

 

LEGGI ANCHE > L’avvocatessa Eugenia Kouniaki aggredita da militanti di Alba Dorata fuori dal Tribunale

 

MONICA BELLUCCI DIFENDE TORNATORE

Insomma, Monica Bellucci non difende l’altra donna, quella che ha accusato il regista. «C’era una rabbia repressa, atavica, dentro di noi. Una rabbia esplosa dopo lo scandalo di Hollywood, ed è giusto così». E ancora: «Ora è come un vulcano in eruzione. La lava però può prendere tante direzioni e va incanalata». «La rabbia è giusto che scoppiasse – prosegue l’attrice -, ma non può scoppiare in modo sbagliato. Bisogna distinguere tra stupro, ricatto, molestia e avance. Non si può fare di ogni erba un fascio. C’è differenza tra atto di violenza e avance».

(Foto da archivio Ansa. Credit: ANSA / CLAUDIO PERI)