Quanto è assurda la polemica sulle curve di Vanessa Incontrada?

di Redazione | 31/10/2017

Vanessa Incontrada

Da anni ormai, da dopo che è diventata mamma, Vanessa Incontrada è costretta a tornare sempre sulla polemica sulle sua curve. «Questa attenzione sui miei chili è folle e offensiva per le donne», torna a dire in un’intervista al Fatto Quotidiano. Non vorrebbe farlo, ma le critiche sterili e sessiste sul suo fisico non si placano: «Sempre i chili. Solo i chili. Quanto scocciano e quante cattiverie», racconta. Fortunatamente a 38 anni (quasi 39) l’attrice catalana ha imparato a soffrirci meno:

Eppure l’Italia è un Paese cresciuto sulle forme accentuate.

È vero. Vogliamo parlare della Magnani, della Mangano o della Loren? Erano donne prosperose e osannate, mentre a me criticano il fondoschiena o il seno abbondante; ma se sono così, cosa ci devo fare? Devo finire sotto i ferri del chirurgo?

Certi giudizi la feriscono molto?

Un tempo sì, oggi no, mi sono schermata, ho imparato a gestire certe situazioni; oggi piuttosto mi sento toccata come donna, in generale sento l’ offesa verso le donne: sono argomenti talmente delicati e personali che sarebbe opportuno gestirli con garbo, e non con questa faciloneria. Forse insistono sul peso perché non do altri spunti: ho un compagno da anni, un figlio e quando posso torno a Follonica (è in Toscana, vicino a Grosseto).

La questione dei “chili” è iniziata ai tempi di Zelig , quando e rimasta incinta

Come ci sono rimasta male. Lì non me lo aspettavo, attaccata a ripetizione e con zero solidarietà.

VANESSA INCONTRADA TORNA A DIFENDERE LE SUE CURVE DALLE CRITICHE ASSURDE

E così Vanessa Incontrada si trova a rispondere a domande sulle sue abitudini alimentari ai buffet – «la prima cosa che scelgo sono i tramezzini. Quanti ne mangio» – e sul suo rapporto con il cibo, che è assolutamente positivo e sano. L’attrice catalana racconta al Fatto Quotidiano della prima volta che ha partecipato al Festival di Cannes ed è rimasta estasiata dal servizio in camera all inclusive. «Ho ordinato a ripetizione e alle feste vip di Cannes, abbiamo preferito la stanza e il cibo. Questa sono io», confessa.

Una sponda per parlare dello scandalo Weinstein: «Neanche lo conoscevo, l’ho scoperto ora dopo tutte queste prime pagine; però quello che raccontano è vero, e lo dico in generale, come esperienza, in base a quello che vedo e non solo nel mondo dello spettacolo. Ci tengo a precisare: nel momento in cui una donna dice ‘no’, deve essere ‘no’, non ci sono giustificazioni o appelli rispetto a una violenza, anche se la donna è in strada con le tette di fuori».

VANESSA INCONTRADA CONFESSA AL FATTO QUOTIDIANO: «SONO GELOSA DI BISIO»

Vanessa Incontrada è una donna spontanea – «Tra i colleghi è l’ unica ad avere ancora la meraviglia negli occhi», scrive il Fatto citando un’intervista all’attore Emilio Solfrizzi – davanti e dietro la cinepresa. Nella sua intervista al Fatto Quotidiano svela dettagli simpatici della sua professione: la gelosia per chiunque lavori a un programma con Bisio – «non riesco a vedere Claudio accanto a un’altra donna, neanche quando sono in conferenza stampa: l’ effetto è troppo tosto, mi colpisce lo stomaco. È come scoprire il tuo ex marito con un’ altra» – e del coinvolgimento nelle scene di passione sul set: «È complicato gestire quell’ alchimia, in certi attimi parte un coinvolgimento vero, dove non senti più le indicazioni del regista, magari lui urla ‘stoooop’, ma tu continui nel bacio, nell’ abbraccio, poi ti salvi la faccia con un semplice ‘scusate, non ho sentito le indicazioni’».

Foto copertina: ANSA/ANGELO CARCONI