Il video shock a Ravenna: violenta una ragazza e sorride allo smartphone

di Redazione | 28/10/2017

braccialetto anti-stalker

Un ragazzo sorride davanti allo smartphone che lo riprende mentre stupra una 18enne. È uno dei video shock che hanno incastrato due giovani finiti in manette per violenza sessuale, un romeno di 26 anni e un senegalese di 27. La loro vittima è una studentessa di Ravenna conosciuta in un locale del centro la notte tra il 5 e il 6 ottobre. Sono stati proprio le immagini catturare con il telefonino a trasformarsi in una prova inequivocabile dell’aggressione: mentre uno dei due violentava la ragazza e rideva, l’altro riprendeva la scena, come se si trattasse di un gioco, un momento da ricordare.

 

LEGGI ANCHE > David Rossi, la nuova mossa della Procura che alimenta altri dubbi

 

VIDEO SHOCK DELLO STUPRO CON IL SORRISO ALLO SMARTPHONE

La diciottenne era ubriaca e priva di sensi, e non aveva quindi la forza di difendersi. Prima dello stupro i due aggressori le avrebbero perfino fatto una doccia gelata per farla svegliare. Della vicenda parla Rosario Di Raimondo su Repubblica:

I filmati agli atti della pm Angela Scorza inquadrano l’aggressore che spruzza acqua con un tubo flessibile mentre la vittima è rannicchiata sul piatto doccia. Dopo, sul divano, si vede di nuovo lui che la violenta. Nessuna pietà, dicono gli atti del gip: «A più riprese si voltava compiaciuto e sorridente» verso l’amico che riprendeva col cellulare. Per questo per il giudice non ci sono dubbi sul fatto che l’autore del video «fosse consapevole di tale stato di incapacità» della vittima. Il giorno dopo la ragazza si è svegliata a casa del senegalese. Non si capisce perché sia finita lì, di certo chi era con lei ha ritenuto di non farla tornare a casa in quelle condizioni. Al risveglio, la 18enne si è accorta di essere vestita con abiti da uomo.