L’assurdo sondaggio di Libero: «Chi butti giù dalla torre tra Asia Argento e Laura Boldrini?»

di Redazione | 19/10/2017

sondaggio laura boldrini asia argento

Due temi del giorno, un altro sondaggio di dubbio gusto. Il quotidiano Libero non si fa scappare l’occasione di fare l’ormai famoso giochino della torre. Le protagoniste di questo sondaggio sono Laura Boldrini e Asia Argento, la prima attaccata dal quotidiano per il nostro servizio in cui svela la top 10 delle bufale sul suo conto, la seconda presa di mira per la sua denuncia al produttore di Hollywood Weinstein, accusato di violenza sessuale nei suoi confronti.

LEGGI ANCHE > Il sondaggio di Libero, secondo voi chi è peggio tra Christian Raimo e Bello Figo

SONDAGGIO LAURA BOLDRINI ASIA ARGENTO

La nostra opinione è che questo tipo di schema sia una vera e propria istigazione all’odio. Il gioco della torre presuppone che una delle due protagoniste di questo sondaggio sia la «peggiore», quella che è risultata più ostile al lettore del quotidiano per le battaglie che sta portando avanti o per le notizie che la riguardano.

Insomma, non proprio un esercizio giornalistico di alto livello. Per dirla, ovviamente, con un eufemismo. Sui social network, il sondaggio è stato immediatamente notato e non mancano gli utenti che si stanno ribellando a questo tipo di gioco proposto dal sito del quotidiano Libero.

SONDAGGIO LAURA BOLDRINI ASIA ARGENTO, I PRECEDENTI

Non è la prima volta che il sito di notizie legato alla testata propone sondaggi del genere. Negli ultimi giorni, ad esempio, aveva proposto già un sondaggio con protagonista Asia Argento, opposta alla show girl Naike Rivelli. Alla fine di agosto, invece, aveva messo a confronto il giornalista Christian Raimo (che aveva assunto una posizione a favore dei migranti nella trasmissione Dalla Vostra Parte) e il rapper Bello Figo, noto per i suoi brani provocatori sulle tematiche dell’immigrazione. Negli ultimi giorni aveva proposto già un sondaggio con protagonista Asia Argento, opposta alla show girl Naike Rivelli.