Björk
|

Björk descrive le molestie subite da Lars Von Trier

Björk ha descritto sei episodi in cui ritiene di aver subito una molestia sessuale da Lars Von Trier. Il regista danese non è citato per nome, ma il post appare una risposta alla sua intervista a un quotidiano, in cui negava ogni accusa, limitandosi a evidenziare lo scarso feelling con l’attrice protagonista di Dancer in the Dark.

Björk descrive le molestie sessuali di Lars Von Trier

Björk spiega di aver deciso di fornire una accurata descrizione nello spirito del #metoo, la campagna che invita le donne a denunciare le molestie subite. La cantante islandese rimarca di comprendere le difficoltà a rivelare simili episodi in pubblico, ma sottolinea come ora sia arrivato il momento giusto per provare a ottenere un cambiamento. Björk ha descritto cinque episodi. Il primo sono i continui abbracci e le costanti carezze subite dal regista danese dopo ogni ripresa, effettuate sia di fronte al resto della truppa che da soli. Il secondo episodio è la reazione collerica, una sedia distrutta, da Lars Von Trier dopo che gli aveva chiesto di smettere di toccarla. Il terzo episodio sono le continue offerte sessuali, sussurrate nei suoi confronti anche con la moglie accanto al regista. Durante le riprese in Svezia di Dancer in The Dark il regista aveva minacciato di salire nella camera di albergo dove dormiva Björk.

LEGGI ANCHE > LARS VON TRIER NEGA LE ACCUSE DI MOLESTIE FATTE DA BJÖRK

La quinta molestia descritta dalla cantante sono le storie inventate sulla stampa sul suo carattere molto difficile, rilanciate dal produttore di Dancer in the Dark, che alla cantante ricordano i metodi di Weinstein.Björk ha rimarcato di auspicare la conclusione di questa maledizione nel suo messaggio conclusivo, riferendosi alle continue molestie subite dalle donne nel mondo dello spettacolo. Nella giornata di ieri Lars Von Trier aveva minimizzato le accuse fatta dalla cantante nei suoi confronti, per quanto in modo non esplicito, rimarcando la difficile relazione umana avuta con lei sul set di Dancer in The Dark.