Le onde gravitazionali e la gggente: i commenti più stupidi alla scoperta | GALLERY

di Redazione | 16/10/2017

onde gravitazionali

La notizia è da prima pagina ed è stata data in una conferenza stampa congiunta tra Italia e Stati Uniti: le onde gravitazionali possono essere originate dalla collisione di due stelle di neutroni. Lo scontro è stato osservato lo scorso 17 agosto, dopo che le antenne di Ligo, negli Stati Uniti e Virgo, a Càscina, in provincia di Pisa, hanno captato le onde gravitazionali. È stato allora che tutti i telescopi sparsi sulla Terra e nello spazio collegati con Ligo-Virgo sono stati puntati verso la costellazione dell’Idra, dove a 130 milioni di anni luce da noi, si sono scontrate le due stelle di neutroni. Immagini renderizzate, quelle dell’esplosione, trasmesse oggi in streaming dal Miur.

LE ONDE GRAVITAZIONALI E I COMMENTI SUI SOCIAL

Lecito che in molti non colgano – se non per cieca fiducia nella scienza – l’importanza della scoperta, annunciata a 13 giorni dall’assegnazione del Nobel per la Fisica proprio agli scienziati che hanno per primi rilevato le onde gravitazionali, previste da Einstein. Anche chi non capisce nulla di fisica, né di astronomia, però, è riuscito a stare in silenzio. Sarebbe bastato un “orgogliosi per l’Italia”, “complimenti all’Istituto nazionale di astrofisica, all’Istituto nazionale di fisica nucleare e all’Agenzia spaziale italiana”. Invece no: l’hashtag #ondegravitazionali troppo popolare per lasciarsi sfuggire l’occasione di un ficcante commento politico. Come quello di un utente di Facebook che ha commentato sotto l’articolo sulla scoperta scientifica condiviso da Repubblica: “PD Lega Alfano e Berlusconi hanno fatto una legge per riempire il parlamento di delinquenti e incapaci. Vale la pena investire un po’ di tempo per capire, buona vita a tutti”. Il senso? Speriamo che a 130 milioni di anni luce da noi qualcuno sia in grado di coglierlo. E subito dopo un altro: “Grazie alle scie chimiche…non cielo dicono”, con tanto di ORRORE grammaticale annesso.

C’è poi chi fa dell’ironia su Battiato, “il vero inventore delle onde gravitazionali”, chi sulla Gelmini (ricordate il tunnel di neutrini quando era ministra dell’Istruzione?) e chi usa la scoperta per lamentarsi a caso, dal bancomat che non funziona agli infurtuni dei giocatori della Roma. Einstein si starà rivoltando nella tomba…